24 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

17.07.2019

«Il figlio senza padre» tiene aperto il Teatro dell’Anima

«Un capitolo e mezzo dell’Ulisse di Joyce» con Giuseppe Marchetti
«Un capitolo e mezzo dell’Ulisse di Joyce» con Giuseppe Marchetti

In periodo vacanziero non si ferma l’arte. Resta aperto il Teatro dell’Anima, che oggi propone un nuovo appuntamento con il ciclo di incontri estate-autunno 2019» di «Missione Oggi», la rivista dei missionari Saveriani di Brescia (in collaborazione con la libreria Paoline e il sostegno della fondazione Asm): in scena «Il figlio senza padre - Un capitolo e mezzo dell’Ulisse di James Joyce», di Giuseppe Marchetti. Sua l’idea, la drammaturgia e la regìa; e c’è anche il suo contributo sotto i riflettori insieme agli altri attori, Luciano Bertoli, Luca Rubagotti, Matteo Baronchelli e Maria Antonietta Belotti. ALLE 21.30 il complesso di San Cristo, nel chiostro di via Piamarta 9 in città, illumina il legame tra il Telemaco di Omero e il Telemaco di Joyce. Stephen Dedalus? Telemaco scruta il mare dalla torre Martello, ma non aspetta il ritorno di chi non è mai partito. Eppure il padre c’è. Anche se le parole non lo nominano. Del resto non può essere che lì, nel figlio. Buck Mulligan, un amico di Dedalus, lo accusa di aver lasciato morire la madre: «Ti potevi inginocchiare, Kinch, porca miseria, quando tua madre te l’ha chiesto in punto di morte». disse Buck Mulligan. Perché Stephen non lo fa? Perché non si inginocchia? Perché non prega con lei? La lettura scenica vuol rispondere a questa domanda. Viene letto un capitolo e mezzo dell’Ulisse di James Joyce. Nel primo spuntano quattro personaggi: Stephen Dedalus, Buck Mulligan e il suo amico Haines, con la donna del latte. Nel secondo gli allievi di Dedalus rispondono alle domande dell’insegnante. Uno di loro ricorda a Dedalus la madre morta. A questo punto Joyce mette in bocca a Dedalus un canto per la madre, senza sensi di colpa. Un canto d’amore. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok