26 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

06.07.2019

Jazzontheroad, la chitarra magica di Julian Lage

Julian Lage è uno dei talenti più cristallini del jazz contemporaneo
Julian Lage è uno dei talenti più cristallini del jazz contemporaneo

(Ex) bambini prodigio crescono. A soli sette anni già si esibisce da professionista nell’area di San Francisco. Abbagliato dal suo incredibile talento, nel 1996 Mark Becker gli dedica il film documentario «Jules at Eight». Nel 2000 (quando di anni ne ha 12) viene invitato a esibirsi alla cerimonia dei Grammy Awards. Incredibile ma vero, dopo quasi due decadi Julian Lage ne ha appena 31, portati con disinvoltura, e la stoffa non l’ha persa per strada. Anzi. Continua ad averla cucita stretta addosso, appiccicata alle corde della sua chitarra, inscindibile come e più di allora: stasera ne darà un’esemplificazione sonora in piazza Tebaldo Brusato, ospite della sedicesima edizione del festival Jazzontheroad (direzione artistica di Francesco Schettino), dove si esibirà in trio affiancato da Jorge Roeder al basso e dal mai meno che fantastico Kenny Wollesen alla batteria, musicista tra i più presenti e sensibili della scena newyorchese, collaboratore, tra gli altri, di John Zorn, Bill Frisell, Rickie Lee Jones, Rufus Wainwright e tantissimi altri. Tornado a Lage, dopo il conservatorio frequentato a San Francisco, la virata jazz è arrivata con l’iscrizione al Berklee di Boston. Da allora una carriera che è già lunghissima, stilisticamente policromatica e piena zeppa di momenti da ricordare. Il chitarrista californiano presenterà il suo ultimo disco «Modern Lore», spin-off del suo esordio in solo alla chitarra acustica «World’s Fair», che risale al 2015. Nel mezzo, un fiume in piena di progetti e collaborazioni, tra le altre con Herbie Hancock, Jim Hall e Fred Hersch (protagonista domani sera, sempre in piazza Tebaldo, del concerto che chiuderà l’edizione 2019 di JOTR), per il quale ha anche preso parte al film documentario «The Ballad Of Fred Hersch», proiettato in anteprima l’altra sera allo spazio polifunzionale Der Mast. Il live del Julian Lage trio inizierà alle 21.30; a riscaldare l’atmosfera con spiccato interplay e grande vivacità espressiva penseranno Edoardo Morselli (chitarra), Levi Alghisi (basso) e Umberto Odone (batteria) in arte Lessi is More trio, che gravita attorno al progetto «New Way». Biglietti a 20 euro, 15 euro il ridotto; come al solito possibilità di cenare sotto le stelle (www.jazzontheroad.net). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

E.ZUP.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok