14 novembre 2019

Spettacoli

Chiudi

23.08.2014

L'orchestra Haydn e Anna Tifu per Bach junior

La violinista Anna Tifu stasera a Bogliaco
La violinista Anna Tifu stasera a Bogliaco

La chiesa di San Pier d'Agrino a Bogliaco di Gargnano, nota per i suoi dipinti attribuiti al Celesti ma anche per la sua ottima acustica, ospita stasera alle 20.30 un importante concerto che vede protagonisti la giovane violinista di origine cagliaritana Anna Tifu e l'Orchestra «Haydn» di Bolzano e Trento diretta da Giampaolo Bisanti: la serata, a ingresso gratuito, è offerta dall'Associazione Cultura in Musica Limes con la collaborazione del Comune di Gargnano, nell'ambito del Festival di musica da camera. Il programma inizierà con una composizione di uno dei «figli musicisti» di Johann Sebastian Bach, la Sinfonia in re maggiore H 663 / Wq 183/1 di Carl Philipp Emanuel nei tempi Allegro di molto, Largo e Presto. La serata proseguirà con brani di Wolfgang Amadeus Mozart, il Concerto in re maggiore per violino e orchestra K 218, con la parte solista affidata naturalmente ad Ama Tifu, e la Sinfonia in la maggiore K 201.
Anna Tifu è un talento musicale precoce: a otto anni ha vinto il primo premio con menzione speciale di merito la rassegna «Vittorio Veneto» e si è diplomata a soli quattordici anni al Conservatorio di Cagliari col massimo dei voti. Successivamente ha studiato con Salvatore Accardo all'Accademia «Stauffer» di Cremona, successivamente all'Accademia Chigiana di Siena e al Curtis Institute di Philadelphia con Aaron Rosand, Shmuel Ashkenazy e Pamela Frank; a Parigi ha ottenuto il diploma superiore di Concertista. Suona un violino Carlo Bergonzi Cremona 1739 detto «Mischa Piastro» e un Giambattista Guadagnini 1783, messi a sua disposizione dall'Associazione «Pro Canale» di Milano. Anna Tifu qualche anno fa suonò al teatro Grande con la Omnia Orchestra diretta da Bruno Santori in occasione del 150° dell'Unità d'Italia, interpretando un movimento del Concerto op. 64 e Mendelssohn, nel 2010 inaugurò con Daniele Alberti al pianoforte le Settimane Musicali.
Anche il direttore Giampaolo Bisanti è un nome molto apprezzato dal pubblico bresciano dell'opera: al teatro Grande ha diretto due anni fa la Tosca di Puccini, lo scorso anno l'Otello di Verdi e quest'anno, il 3 ottobre prossimo, è atteso per lo spettacolo inaugurale della stagione, con Madama Butterfly.

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok