24 aprile 2019

Spettacoli

Chiudi

13.03.2019

«La Grande Notte Del Jazz»: tre percorsi per 7 ore non-stop

L’olandese Icp Orchestra sarà guidata dal batterista Han BenninkIl Grande da vivere in ogni suo spazio lungo una notte a tutto jazz
L’olandese Icp Orchestra sarà guidata dal batterista Han BenninkIl Grande da vivere in ogni suo spazio lungo una notte a tutto jazz

Tornerà sabato 13 aprile con la sua terza edizione La Grande Notte Del Jazz, presentata ieri nel Ridotto del Teatro Grande dal sovrintendente Umberto Angelini e dai collaboratori artistici Emanuele Maniscalco e Luigi Radassao. In programma 7 ore di musica non-stop, 16 concerti e 42 artisti di livello internazionale provenienti da Italia, Olanda, Danimarca, Svizzera, Inghilterra e Giappone. Questi i numeri della manifestazione. Senza trascurare, come hanno detto Angelini e Maniscalco, «uno sguardo attento ai talenti nostrani, che sono molti e che comprendono artisti bresciani ma anche bergamaschi e milanesi». LA FORMULA scelta è quella del carnet, ovvero dei percorsi diversificati all’interno dell’intera proposta - ticket acquistabili dal 16 marzo alla biglietteria di corso Zanardelli -. Ciascuno dei tre percorsi ha un nome: «Air» prevede un viaggio tra atmosfere evanescenti e intime, «Ground» sarà legato alla tradizione del jazz e al folk, «Fire» invece sarà aperto all’audacia, alla novità, all’energia. Si tratta di tre proposte che avranno però in comune il punto di partenza: tutto inizierà infatti alle ore 19 in Sala Grande con il concerto dell’olandese Icp Orchestra (guidata dal batterista Han Bennink dopo la scomparsa del pianista Misha Mengelberg), formazione di dieci elementi che è attiva dal 1967 e che ha scritto pagine esaltanti della storia del jazz europeo (dagli incontri con Steve Lacy e Anthony Braxton a quelli con i transfughi sudafricani, Evan Parker e Derek Bailey). Poi i percorsi si divideranno nei vari ambienti del Teatro Grande. Ad esempio il Salone della Scenografie, dove alle 20.30 si esibirà il trio del danese Jesper Zeuthen, fra i massimi esponenti del jazz scandinavo, che ospita anche un talento bresciano come il contrabbassista Roberto Bordiga, da anni a Copenaghen. E sempre nel Salone delle Scenografie alle 22.15 ci saranno gli «Octo» del sassofonista bergamsco Roger Rota. Naturalmente alcuni appuntamenti si terranno nel Ridotto: alle 22.15 saranno di scena la voce di Elena Tavernini e il contrabbasso di Giacomo Papetti - reduce dal recentissimo successo nella stessa sala con il suo trio Small Choices - per un omaggio alla musica di Tom Waits; e sempre nel Ridotto si terrà, per il carnet «Ground», il concerto del trio formato dalla violinista Eloisa Manera, dal fisarmonicista Simone Zanchini e dal violoncellista Marco Remondini in una proposta che sposa la musica classica con il repertorio contemporaneo. Un altro ambiente del Grande è quello della Sala Palcoscenico Borsoni, che ospiterà alle 20.30 lo svizzero Nicolas Masson e il suo quartetto fatto di suggestioni tipicamente newyorkesi. Alle 22.15 il progetto «Solo Piano» del britannico Kit Downes . Sarà ancora la Sala Palcoscenico Borsoni a ospitare l’ultima tappa del percorso a mezzanotte, con la pianista e compositrice romana Federica Colangelo che porterà a Brescia il suo progetto «Aquaphonica», di nuovo con Zanchini e il violoncellista Marco Remondini, in un percorso in cui l’antico e il moderno si fondono anche grazie all’elettronica. Molti altri gli artisti, tra i quali la contrabbassista romana Federica Michisanti, votata di recente miglior nuovo talento italiano dalla rivista «Musica Jazz». Appuntamento sabato 13 aprile. •

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok