23 febbraio 2020

Spettacoli

Chiudi

18.01.2020

La Latteria in festa per i primi 10 anni della Torre d’Ercole

The Bonebreakers: saranno 13 le band bresciane a dare spettacolo per il party firmato Torre d’ErcoleI Barber Shop di Max Trivella: dal funk al soul in un set travolgente
The Bonebreakers: saranno 13 le band bresciane a dare spettacolo per il party firmato Torre d’ErcoleI Barber Shop di Max Trivella: dal funk al soul in un set travolgente

Una grande festa in musica con tredici band sul palco. Così la Latteria Molloy celebra i dieci anni di vita della Torre D’Ercole, locale di via Carlo Cattaneo che è un punto di riferimento per chi si muove in centro. Per una sera quindi lo staff della Torre si trasferisce al Parco Ducos per lavorare fianco a fianco con quello della Latteria, portando in dote i suoi panini e la sua birra. Poi, a partire dalle 22, una pioggia di musica dal vivo, una vera e propria maratona live con alcune tra le più seguite e amate band bresciane. IL CARTELLONE. Si parte a tutto rock 'n’ roll con The Bonebreakers, formazione nata nel 2015 per iniziativa del chitarrista Alle B. Goode, attivo sulla scena locale anche come sei corde dei funambolici Slick Steve & the Gangsters. Hanno esordito pubblicando un Ep solo in vinile; poi vari avvicendamenti di line-up, fino all’assestamento a tre con Mattia «Cat er Pillar» e Andy «Jay» Braga. Tanta attività live ha irrobustito il sound con iniezioni country, pulp ’n’ roots, come del resto documentato nell’autunno 2017 dall’album «A Night with Rodriguez», otto inediti e una cover registrati in analogico al Poddighe Studio di Brescia, in due sole giornate. Sul palco anche un’altra presenza famigliare come Cek Franceschetti, il bluesman venuto dal delta dell’Oglio, sulle scene dal 2002 con la band Cek Out, che ha registrato due album e si è esibita in vari festival in tutta Italia ma anche in Svizzera grazie alla collaborazione con la Slang Music di Giancarlo Trenti. In seguito dal sodalizio con Pietro Maria Tisi e Carlo Poddighe sono nati i Cek De Luxe, con i quali ha realizzato due dischi: «Hanging Bags» e «Royal Rumble». Nel 2014 ha suonato al Mighty Mississipi River Festival di New Orleans. Del 2018 il suo ultimo lavoro, «Blues Tricks». Sempre in area «black e dintorni», da segnalare la presenza dei Barber Shop, formazione di veterani del panorama musicale cittadino attiva ormai dal lontano 1997, capitanata dalla voce del bianco per caso Max Trivella: si distinguono ormai da due decenni con uno show basato tanto sui classici della disco anni ’70 che su quelli del soul e del funk. Artisti di riferimento: Maceo Parker, Otis Redding e James Brown, per il quale tra l’altro nel ’98 fecero da spalla in un mitico concerto al Genux di Lonato. SARÀ DELLA PARTITA anche Andrea Van Cleef, che ha inaugurato il suo 2020 con la Fuzz Resistance, nuovo trio composto con Simone Helgast Cavagnini alla batteria e Simone Piccinelli alle tastiere, oltre che con un Ep di sei pezzi, «135», pubblicato sotto forma di box con tre vinili a 45 giri e chiavetta Usb. A completare il cast Funkazzisti, Bombetta Swing, Cipio & The Blue Torpedo, Frederick & The Riverjumpers (al secolo Federico Cantaboni, frontman degli Hell Spet), Cosmo Quintet, Prestorik Surfers, Patipalma Fourbidden, Mama Sinclaire, Mud Pie e Beto, oltre alla vinyl selection di Robypeach. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok