17 ottobre 2019

Spettacoli

Chiudi

19.09.2019

La libertà di Iggy Pop novello «James Bond»

Passano gli anni, ma per l’Iguana la cosa più importante resta sempre l’ineguagliabile bellezza della libertà. «Ho vissuto tutta la mia vita nella convinzione che questa sensazione sia tutto ciò che vale la pena inseguire», ha dichiarato a margine dell’uscita di quest’album. Nel quale lo ritroviamo «Free», libero come non mai di spiazzare le aspettative, di seguire l’ispirazione di una musa cupa e riflessiva ma non meno stimolante. Non una novità assoluta: da qualche anno i suoi lavori in studio stanno seguendo strade inconsuete, esplorando territori di contaminazione lontani dal rock and roll frequentato per una vita, ed anche questo segue la stessa strada, ipotizzando un suggestivo blend a tinte noir tra jazz, beat poetry, atmosfere notturne e omaggi inattesi a Dylan Thomas (di cui Iggy riprende «Do not go gentle into that good night» in una sorta di allucinato reading). Ma c’è anche di che sorridere con l’ossessivo divertissement di «James Bond», gioiellino che riporta a galla l’Iggy più sulfureo e sarcastico. (Loma Vista)

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok