22 novembre 2019

Spettacoli

Chiudi

18.08.2019

Murubutu, rap «didattico» in una lunga notte hip hop

Murubutu da Reggio Emilia
Murubutu da Reggio Emilia

Alla Festa di Radio Onda d’Urto questa sera torna a battere il ritmo del rap italiano: sul palco principale Murubutu, al secolo Alessio Mariani, voce fra le più significative e particolari della scena nazionale. MA AD APRIRE la serata sarà il tocco femminile di Menna Elsayed, fortemente voluta dal direttore artistico Luciano «Ciano» Taffurelli per ricordare che «l’hip hop italiano è anche donna». E così spazio a questa giovanissima promessa, classe 1998, originaria dell’Egitto ma trasferitasi alla periferia di Bologna quando aveva solo tre anni: un carattere forte, che ha lottato per imporsi conquistando presto importanti slot d’apertura per gente come Bassi Maestro, Luchè ed Ernia. Sul palco con lei anche Johnny Marsiglia, altro rapper tra i più acclamati del momento, in tour per presentare dal vivo l’ultimo album, «Memory», prodotto da Big Joe e uscito per Sto Records/Atlantic, distribuito a livello nazionale dalla Warner. Siciliano di origine, classe 1986, padre palermitano e madre capoverdiana, Johnny ha cominciato ad appassionarsi di musica e rap fin dalla tenerissima età di 12 anni. Influenze: J. Dilla, Slum Village, D’Angelo. Entrato a far parte della crew Gotaste, è ora approdato a un capitolo importante della sua carriera, anticipato dal successo di singoli come «Che dici ah?». PEZZO FORTE della serata Murubutu, personaggio davvero singolare, insegnante di filosofia e storia al liceo Matilde di Canossa di Reggio Emilia che fin dal 2000 ha cominciato a sperimentare l’interazione tra contenuti scolastici e musica con l’intento di fare del rap un mezzo espressivo per trasmettere contenuti culturali. Nasce il rap didattico, nuovo genere ben fotografato dal primo lavoro «Dove vota l’avvoltoio», uscito nel 2006 con il collettivo La Kattiveria. Nel 2009 il debutto da solista vero e proprio, con uno stile fortemente incentrato sullo storytelling, tra sonorità hip hop classiche e taglio cantautorale. Cinque gli album fin qui realizzati: l’ultimo, «Tenebra è la notte e altri racconti di buio e crepuscoli». Inizio alle 21, ingresso a sottoscrizione 5 euro richiesto solo a partire dalle 20, ovvero un’ora dopo l’apertura dei cancelli. Come sempre dopo il live principale la musica continuerà in seconda serata: da mezzanotte alla Tenda Blu Twiddle Thumbs e a seguire Giordi Vs Frakyboy; al Fiaska Chiringuito G13 + Tokende + Barra1 + Vena Cava + Dreadlion Firestarter Sound, al Patchanka Groove Yard e The Januaicans Family (reggae music da Genova). © RIPRODUZIONE RISERVATA

C.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok