25 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

10.01.2019

Orchestra Studio con il trittico Mayr Haydn, Mozart

Docenti e studenti accademici delle due sedi del Conservatorio «Luca Marenzio» formano l’orchestraMartini direttore e primo violino
Docenti e studenti accademici delle due sedi del Conservatorio «Luca Marenzio» formano l’orchestraMartini direttore e primo violino

L’Orchestra STUDIO del Conservatorio «Luca Marenzio» inaugura questa sera alle 21 in San Barnaba la Stagione Concertistica del 2019 con un concerto a ingresso gratuito in collaborazione col Rotary Brescia Moretto e Rotary Brescia Sud-Est Montichiari, nel segno delle «Inquietudini Preromantiche». La serata, che replicherà sempre alle 21 sabato nella chiesa di Corna di Darfo Boario Terme, propone la Sinfonia in do maggiore di Johann Simon Mayr, la n. 49 «La Passione» di Franz Joseph Haydn e la Sinfonia n. 40 in sol minore K 550 di Mozart: primo violino e direttore sarà il maestro Alberto Martini. L’Orchestra è costituita dai docenti e dagli studenti accademici delle due sedi del Conservatorio «Luca Marenzio» e il suo acronimo viene da STUdenti e Docenti Insieme in Orchestra. È un progetto nato da un’idea di alcuni insegnanti e della Direzione del Conservatorio in occasione dei 40 anni dall’istituzione della sede di Darfo - nel 2018 - di costituire un gruppo orchestrale di qualità. Il complesso è formato da vincitori di borse di studio dedicate per i quali costituisce un’importante occasione formativa di pratica a fianco dei docenti, e nel contempo rappresenta il Conservatorio nelle produzioni destinate al pubblico, pubbliche e private. LA SINFONIA in do maggiore apre il programma: Johann Simon Mayr era un musicista d’origine tedesca che lavorò moltissimo in Italia e in particolare a Bergamo, dove diede vita alle «Lezioni caritatevoli di musica» e fu maestro di Gaetano Donizetti. Fu operista, apprezzato in Italia e soprattutto a Venezia, ma fu anche prolifico autore di Sinfonie delle quali appunto questa sera l’orchestra in San Barnaba darà un saggio con quella in do maggiore. Non casuale è naturalmente l’accostamento nella stessa serata di Mayr con Haydn, conosciuto universalmente come «Padre della Sinfonia», genere ui diede un impulso fondamentale attraverso più di cento geniali composizioni. La Sinfonia «La Passione» è la 49ª scritta da Haydn e per la verità non ci sono prove che avesse una destinazione di carattere sacro: sicuramente la Sinfonia, che appartiene al gruppo delle «Sturm und Drang», ha una grande carica emotiva, a cominciare dall’inconsueto Adagio iniziale. La Sinfonia n. 40 in sol minore K 550 di Mozart, nella piena maturità artistica del Salisburghese, è sicuramente una delle composizioni più famose del genio austriaco. Quella di stasera è la prima delle tre produzioni che si terranno nel 2019 destinate sia a Brescia che a Darfo e a Breno: il Concerto «Inquietudini preromantiche» è realizzato in collaborazione con la Comunità montana di Valcamonica, il Distretto culturale e i tre Comuni che ospiteranno i concerti gratuiti. •

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok