05 dicembre 2019

Spettacoli

Chiudi

18.11.2019

Settimane Barocche con Chiara Cattani e il «caro Sassone»

Chiara Cattani: è diplomata non soltanto in clavicembalo, ma anche in pianoforteLa musicista classe 1985
Chiara Cattani: è diplomata non soltanto in clavicembalo, ma anche in pianoforteLa musicista classe 1985

Appuntamento alle 20.30 al teatro Sancarlino di corso Matteotti per il concerto delle Settimane Barocche che vede al centro questa sera la figura di Johann Adolf Hasse presentato dalla musicologa Laura Nicora e musicalmente illustrato al clavicembalo da Chiara Cattani. In particolare questo «Italian Journey» propone alcune delle Sonate del «caro Sassone» che la giovane clavicembalista ha recentemente inciso per Concerto Classics: in particolare l’esordio sarà con la Sonata n. 6 in la maggiore e la serata proseguirà con la Sonata in sol minore che comprende Andante, Allegro e Minuet «in variazione», quindi la Sonata n. 5 in la maggiore con Allegretto e Allegro e la Sonata in sol maggiore e la Toccata e Fuga in sol minore. JOHANN Adolf Hasse è un autore che ebbe grande fortuna nel nostro Paese, col quale mantenne un legame profondo. Riscoprirne nelle nostre biblioteche musicali i manoscritti è stata dunque un’impresa meritevole e importante: Hasse è annoverato tra i più importanti compositori del Settecento, prediletto da Maria Teresa d’Austria e apprezzato da Federico II di Prussia. Nel nostro paese soggiornò anche a Napoli e a Venezia dove le sue composizioni venero eseguite con grande successo. Concerto Classics nei mesi scorsi ha pubblicato due cd che ospitano quindici sue composizioni tra cui Sonate, Toccate e Fughe per clavicembalo e organo in gran parte oggi sconosciute, e che testimoniano l’interesse di Hasse per la musica per tastiera. Chiara Cattani si è diplomata non solo in clavicembalo - con menzione d’onore - ma anche in pianoforte, in direzione di coro e composizione, in musica da camera e in fortepiano. È stata allieva per il pianoforte di Denis Zardi, Pier Narciso Masi e Konstantin Bogino; per il clavicembalo di Silvia Rambaldi e Florian Birsak, per il fortepiano di Stefano Fiuzzi. Tra le incisioni discografiche, l’integrale della produzione solistica e cameristica di Giuseppe Sarti, per «Tactus» così come le Sonate per violino e basso continuo di Giovanni Battista Somis e le Sonate per violino e clavicembalo concertante di Johann Sebastian Bach in duo col violinista Roberto Noferini. Il suo doppio disco dedicato ad Hasse ha ottenuto già importanti riconoscimenti come il «Cd 5 stelle» per la Rivista Amadeus. Insegna clavicembalo al Conservatorio di Bologna, è assistente principale del direttore Alessandro De Marchi al Festival di Musica Antica di Innsbruck ed è direttore artistico del corso di perfezionamento musicale «Marco Allegri» di Castrocaro Terme. La musicologa Laura Nicora, originaria di La Spezia ma milanese d’adozione, è esperta di libri antichi, manoscritti e di autografi musicali. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok