24 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

18.07.2019

Sotto le stelle di Sirmione tutta la magia dei Beatles

Danilo Rossi, viola solista in uno spettacolo che promette magiaL’evento celebra i 50 anni dall’ultimo concerto dei Beatles, sul tetto della Apple Records di Londra
Danilo Rossi, viola solista in uno spettacolo che promette magiaL’evento celebra i 50 anni dall’ultimo concerto dei Beatles, sul tetto della Apple Records di Londra

Le canzoni dei Beatles rilette questa sera alle 21, al castello di Sirmione, dall’Orchestra Filarmonica del Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo. Un evento speciale, «Happy Birthday» di Stefano Nanni, per celebrare i 50 anni dall’ultimo concerto dei Fab Four sul tetto della Apple Records. LA BEATLES SUITE di Nanni comprende brani famosissimi come «Michelle», «Yesterday», «The Long and Winding Road», «Let it Be» ed «Eleonore Rigby». Verranno eseguiti nella versione speciale per viola e orchestra che vede solista Danilo Rossi, che si presenta anche come direttore della Filarmonica del Festival. Rossi, che in questi giorni ha tenuto una masterclass per il Garda Lake Music Academy, si propone dunque in una veste diversa e assolutamente originale: gloria della musica strumentale italiana e diplomatosi giovanissimo, è diventato prima viola solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala, il più giovane nella storia del teatro milanese. Ma, come dimostra il concerto di stasera, ha intrapreso anche una carriera musicale personale che spazia in generi molto lontani tra loro, collaborando con artisti jazz e pop. Il tutto senza abbandonare il repertorio classico. Stefano Nanni, l’autore della Beatles Suite, è originario di Cesena. Pianista, compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra jazz, è stato due anni tra i direttori d’orchestra del Festival di Sanremo; collabora e ha collaborato con alcuni dei più importanti jazzisti italiani, da Paolo Fresu a Fabrizio Bosso. Collabora anche con vari artisti nell’ambito della musica cinematografica, e come compositore e pianista in vari spettacoli teatrali con Marco Paolini e Stefano Benni. L’Orchestra Filarmonica del Festival, fondata dal suo direttore principale Pier Carlo Orizio, è reduce da una serie di concerti per il festival pianistico, sia al Teatro Grande di Brescia sia in altre sedi: ad esempio, sotto la guida di Roberto Misto, ha tenuto lo scorso maggio in San Francesco il concerto in memoria delle vittime di Piazza della Loggia, con la Sinfonia n. 7 op. 92 di Beethoven e le Variazioni su un tema di Haydn op. 56a di Brahms. Il 28 aprile scorso, al Teatro Sociale di Bergamo, è stata diretta da Pier Carlo Orizio nel Concerto per pianoforte n. 2 op. 83 di Brahms e nella Sinfonia n. 4 op. 120 di Schumann. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Fertonani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok