24 giugno 2019

Spettacoli

Chiudi

26.05.2019

Typo Clan, il nuovo corso è Belissimo

Typo Clan, duo uscito dall’undeground con sonorità all’avanguardia
Typo Clan, duo uscito dall’undeground con sonorità all’avanguardia

Sono una delle realtà più vitali ed interessanti della nuova generazione elettronica «made in Bs»: al debutto lo scorso anno, i Typo Clan sono ora pronti al ritorno in pista con il nuovo ep «Venice Pitch», uscito per Vulcano con la produzione di Bruno Belissimo, altro nome di punta dell’undeground biancazzurro maggiormente collegato alle sonorità dance d’avanguardia. Il Clan ha preso forma nell’autunno 2015 dall’iniziativa di Daniel Pasotti e Manuel Bonetti, musicisti e producer cresciuti all’ombra della Loggia con un background di passioni musicali che dal rap anni ’90 conduce ai Gorillaz passando per Jungle e Beck. DA QUESTI presupposti nascono le track del debut album «Standard Cream», pubblicato il 5 gennaio del 2018: disco promosso con un live ambizioso, in line up da cinque elementi, portato in tour nei locali delle più importanti città italiane. L’ESTATE scorsa, l’ingresso in sala di registrazione con Belissimo, producer e musicista italo-canadese di ascendenze bresciane, anche noto come componente dei gardesani Low Frequency Club (tre album all’attivo) e come bassista per Colapesce: con lui prendono forma i nuovi pezzi, registrati tra Brescia, Milano e Bologna in collaborazione con Mario Conte e Marco Caldera. All’inizio di quest’anno il progetto entra a far parte della scuderia Vulcano: contemporaneamente nasce un nuovo live-show a tre propedeutico al lancio dei singoli «Suck my oh» e «Deal». Entrambi confluiscono quasi inevitabilmente in «Venice Pitch» insieme ad un terzo brano intitolato «Ready» particolarmente emblematico per Pasotti e Bonetti. «Il pezzo gira intorno ad una domanda: siamo davvero pronti a fare quello che riteniamo giusto, nonostante ci venga detto non lo sia? – dicono i due protagonisti del progetto -. Siamo davvero pronti a non chiedere il permesso e a fregarcene? Beh, il Clan è pronto e vuole dimostrarlo con questa traccia dal retrogusto reggae». Astrazioni funk, tentazioni neo-soul, tanta voglia di guardare oltre gli orticelli locali per trovare la dimensione di un sound realmente internazionale. «Siamo in due – dicono – ma ci piace circondarci di gente, che è un po’ sempre la stessa: perché basta vederci insieme per capire che siamo un clan e cogliere il mood del progetto». •

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok