14 novembre 2019

Spettacoli

Chiudi

11.07.2019

Venditti al Vittoriale
«Qui rivivrò la mia
grande svolta»

Dopo oltre 40 anni, Antonello Venditti muove ancora grandi folleIl cantautore romano sarà sabato a Gardone Riviera
Dopo oltre 40 anni, Antonello Venditti muove ancora grandi folleIl cantautore romano sarà sabato a Gardone Riviera

Antonello Venditti celebra quarant’anni di «Sotto il segno dei pesci» sul palco del Vittoriale di Gardone Riviera: appuntamento sold-out sabato sera nel cartellone di Tener-A-Mente 2019, il festival d’estate di Casa d’Annunzio. Inizio alle 21.15, solo per chi è già in possesso del tagliando: in cassa non verranno messi in vendita biglietti di alcun genere. Protagonista della serata uno dei capisaldi della canzone d’autore italiana, disco epocale con ormai 4 decenni di storia sulle spalle: i festeggiamenti per «Sotto il segno dei pesci», anno di uscita 1978, sono cominciati già il 7 settembre del 2018 con la pubblicazione di «Sfiga», inedito tratto dalle sessioni di registrazione dell’album, ripubblicato pochi giorni dopo in una nuova edizione (ed in 3 differenti versioni) per il quarantesimo anniversario. Il 23 del mese si è poi tenuto il grande concerto-evento sold out all’Arena di Verona, in cui l’artista ha risuonato per intero l’album insieme alla sua storica band di allora, gli Stradaperta. «Sotto il segno dei Pesci? Una svolta nella mia carriera – racconta – Aveva un sound tutto suo, molto particolare, che ho voluto ricreare dopo quarant’anni in questo tour con le stesse persone che insieme a me lo avevano registrato. Per me tornare a cantare quei brani ha qualcosa di magico: improvvisamente mi ritrovo negli anni ’70, quasi tornassi ad essere lo stesso che ha fatto quelle canzoni». Tanti gli ospiti ed amici che in quell’occasione hanno voluto essere vicini ad Antonello: su tutti anche Francesco De Gregori, con il quale Venditti divise l’esordio discografico a quattro mani «Theorius campus» del 1972. «Solitamente non amo guardarmi alle spalle, ma questa volta il fatto di essermi fermato ha messo in moto meccanismi che nemmeno immaginavo: ho ritrovato tanti amici, De Gregori ha cantato con me a Verona ma anche a Roma, questo significa che dal passato è arrivato uno stimolo bellissimo ad andare avanti».

 

SETTANT’ANNI compiuti l’8 marzo, più che mai attuale come fonte di influenza primaria per tanti protagonisti della nuova generazione it pop, Venditti vanta una carriera stellare, che dal ’72 ad oggi lo ha visto totalizzare vendite per oltre 30 milioni di dischi, grazie ad una vena che, dal rigore cantautorale dei primi anni, lo ha visto aprirsi verso influenze pop di marca anglosassone. Il successo nel 1975 con «Lilly», uno dei suoi brani più strazianti ed impegnati, e con l’album omonimo, entrambi primi in classifica: da qui la carica ad un percorso che non ha mai conosciuto cedimenti, segnato da canzoni entrate nella memoria collettiva come «Buona domenica», «Grazie Roma», «Ricordati di me», «In questo mondo di ladri» o «Benvenuti in paradiso». L’ultimo lavoro in studio è «Tortuga» del 2015, promosso con un tour partito il 5 settembre di quell’anno dall’Olimpico di Roma di fronte a 20 mila persone. Quest’anno è stato ospite del Festival di Sanremo dove ha duettato con Baglioni in «Notte prima degli esami», ancor oggi inno incrollabile di tutti i maturandi. A marzo due speciali concerti, «Venditti & Friends», durante i quali si è esibito con amici e ospiti speciali come Zucchero o Ultimo. Dal 7 luglio la ripresa estiva del tour per «Sotto il segno dei pesci», che lo terrà impegnato fino a settembre in località storiche e turistiche di tutta Italia. Con una tappa gardesana tutta da gustare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Claudio Andrizzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok