22 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

18.04.2019

Weyes Blood gotico «rosa» cantautorale

Difficile orientarsi nel vero e proprio esercito di cantautrici anglo-americane che sembra aver invaso il mercato discografico in questo primo scorcio di 2019. Per non correre il rischio di smarrire la bussola meglio ancorarsi a qualche luminosa certezza: come Natalie Mering, che da qualche anno ormai produce musica con lo pseudonimo Weyes Blood. Questo è il quarto album, il primo per Sub Pop, e secondo Metacritic è il titolo che ha ottenuto le critiche più positive da inizio anno con oltre 90 punti di metascore. Risultato meritato per una collezione di canzoni insieme tradizionali e innovative, songwriting intimista in rosa con venature gothic di grande personalità. (Sub Pop)

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok