15 gennaio 2021

Spettacoli

Chiudi

25.11.2020 Tags: Musica

«Non c’è più», IoBestia andata e ritorno

Gli IoBestia: a dicembre uscirà il loro nuovo disco, «Antropocene»
Gli IoBestia: a dicembre uscirà il loro nuovo disco, «Antropocene»

«Hey bestie, in questo clima di surrealtà generale abbiamo deciso di pubblicare un nostro nuovo pezzo... Un semplice gesto per dire che ci siamo, che abbiamo voglia di suonare e riprendere quella normalità che tanto ci manca. I tempi sono duri, navighiamo tutti nelle stesse acque amare. A presto». Un messaggio a reti unificate che Eddy (voce), Umbe (chitarra), Fausto (basso) ed Emy (batteria), riuniti sotto l’egida di IoBestia per «esprimere un pensiero anticonformista, contro ogni forma di razzismo e discriminazione sociale», riassumono ed esplicitano con furore incendiario anche nello stesso singolo, intitolato «Non c’è più». «Come se non ci sia bisogno di rispetto / Ma alla fine una guerra sta iniziando! / Non rimane niente e ringraziamo chi un assassino grato a un inferno in terra / Lo dico a te! Non c’è più giustizia per i deboli / Non c’è mai la fine la fine che ti meriti / Non c’è più il diritto per i poveri / Non c’è più gratitudine e consenso / Non c’è più! Bisogna restare sempre vivi». Registrato e mixato da Giovanni Bottoglia alla Indiebox Music e già in circolo su Youtube con videoclip d’assalto a corredo, il brano segna il ritorno della band hardcore bresciana (nata a fine 2015 e guidata sulla retta via da sagge ispirazioni tipo Skruigners, Attrito, Sottopressione, Affluente, Raised Fists e Negazione) a un annetto comodo di distanza dal loro precedente Ep; tre tracce non meno abrasive e programmatiche: «Terza realtà», «Italia» e «Disimpegno distruttivo», suonate in apertura a band di fama internazionali come Sick of it All, Raw Power e Terror, più svariati concerti. «Non c’è più descrive a pieno tutto quello che manca in questa società... Avevamo bisogno di dirlo a gran voce, gridando il disagio di chi non ha il potere, la possibilità di farsi sentire. Questo è un grido disperato, disilluso, l’essenza del concetto di ribellione che incita a non mollare, perché a conti fatti bisogna restare sempre vivi!». E, laddove possibile, sfogare tutto senza filtro nei dischi: il nuovo degli IoBestia s’intitolerà «Antropocene», uscita fissata per dicembre. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

E.ZUP.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok