18 aprile 2019

Spettacoli

Chiudi

12.03.2019

dall’Associazione mazziniana Auschwitz rompe il silenzio

Auschwitz, la porta dell’inferno in terra per milioni di ebrei
Auschwitz, la porta dell’inferno in terra per milioni di ebrei

Quando le ombre di una tragedia, iscritta purtroppo nel Dna della nostra storia, riemergono dall’archivio dei ricordi il loro effetto è dirompente, avvolge ogni cosa, torna a lacerare le coscienze, riattizza le colpe, ravviva i rimorsi, poi però come un fiume carsico sparisce dalle attenzioni quotidiane e si rituffa da dove è venuto. Ma «Il silenzio di Auschwitz» (Edizioni San Paolo, 360 pagine, 22 euro) del bresciano Enrico Mottinelli, redattore capo di Garzanti libri, spinge per una riflessione quotidiana e costante sul simbolo per eccellenza della Shoah, perché molto si è detto, molto si è scritto dello sterminio, ma molto sfugge ancora alla conoscenza, tanto appunto da alimentare quel silenzio che Mottinelli si prefigge di penetrare, facendosi aiutare dalle parole dei sopravvissuti peraltro sempre molto restii a raccontare un quotidiano di inimmaginabile violenza, umiliazione, malvagità. Il silenzio diventa così ossimoro della memoria, pungolando la ragione affinché non si riaddormenti generando mostri ugualmente famelici. Mottinelli ha accolto l’invito dell’Associazione mazziniana di Brescia a presentare il suo libro e a dialogare con il pubblico domani, mercoledì, alle 18 alla pasticceria i «Due Re» di via Indipendenza 14 a Sant’Eufemia nell’ambito di un progetto di incontri che spaziano dall’attualità alla storia. Un’occasione, quella con Mottinelli, per lasciare ad un racconto collettivo il compito di sfogliare una delle pagine più buie della storia dell’umanità che il «Giorno della memoria» ha avuto il merito di riportare nelle nostre vite, a costituire un monito affinché nulla di ciò possa ancora accadere. •

W.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok