23 aprile 2019

Spettacoli

Chiudi

20.01.2019

Toni Servillo, il mestiere del camaleonte

L’attore Toni Servillo prossimo al sessantesimo compleanno
L’attore Toni Servillo prossimo al sessantesimo compleanno

«La più sorprendente scoperta che ho fatto dopo aver compiuto sessantacinque anni è che non posso più perdere tempo a fare cose che non mi va di fare!». È una delle massime di Jep Gambardella che ha il volto di Toni Servillo nel film premio Oscar di Paolo Sorrentino «La grande bellezza». L’attore compie 60 anni il 25 gennaio. Nato ad Afragola, Servillo debutta al cinema con i film di Mario Martone negli anni ’90. Nel 2001 inizia il suo sodalizio artistico con Paolo Sorrentino, recitando ne L’uomo in più. Nel 2005 si aggiudica, per Le conseguenze dell’amore di Paolo Sorrentino, un David di Donatello come miglior attore protagonista e un Nastro d’argento. Nel 2008 ottiene nuovamente il David di Donatello come miglior attore protagonista per La ragazza del lago di Andrea Molaioli. Nello stesso anno conferma il suo straordinario talento camaleontico in Gomorra di Matteo Garrone e Il divo di Sorrentino (premiati con il Premio della giuria al Festival di Cannes), per i quali ottiene l’European Film Award per il miglior attore. Nel 2009 vince il suo terzo David di Donatello come miglior attore protagonista per la sua interpretazione di Giulio Andreotti ne Il divo di Paolo Sorrentino. Per gli stessi film (Le conseguenze dell’amore, La ragazza del lago e Il divo) si aggiudica anche tre Nastri d’argento al migliore attore protagonista negli anni 2005, 2008 e 2009. Nel 2010 è protagonista di Una vita tranquilla, in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma 2010, per il quale vince il premio come migliore attore. Nel 2011 è in nomination ai Nastri d’Argento per due film: Il gioiellino e Una vita tranquilla. Nel 2012 è iretto da Daniele Ciprì in È stato il figlio, e Marco Bellocchio in Bella addormentata. Nel 2013 è protagonista nei film Viva la libertà di Roberto Andò e La grande bellezza di Paolo Sorrentino in concorso al Festival di Cannes 2013 e vincitore di numerosi premi tra cui il Golden Globe e l’Oscar al miglior film straniero nel 2014. A luglio 2013 Servillo riceve un Nastro d’argento speciale per le sue interpretazioni e il 7 dicembre 2013, per La grande bellezza, viene premiato a Berlino con l’European Film Awards per il miglior attore. Il 2 marzo 2014 è a Los Angeles per accompagnare Paolo Sorrentino insieme a Nicola Giuliano nella cerimonia di premiazione dei Premi Oscar 2014, ricevuto da La grande bellezza nella categoria miglior film straniero. Il 10 giugno successivo, riceve il quarto David di Donatello come miglior attore protagonista per la sua interpretazione di Jep Gambardella ne La grande bellezza. Nel 2015 gira Lasciati andare di Francesco Amato, insieme a Verónica Echegui, Carla Signoris, Luca Marinelli e Giacomo Poretti. Prodotto da Cattleya con Rai Cinema, il film è distribuito da 01 Distribution. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok