23 maggio 2019

Spettacoli

Chiudi

18.07.2017

Rhodes, dalla Juilliard al Garda

Mandanici e Rhodes  a Manerba
Mandanici e Rhodes a Manerba

«Non esiste l’età perfetta per cominciare a ballare. Dalla mia esperienza potrei dirvi a 12 anni le ragazze, e a 14 i maschietti: ma tutto dipende dal talento che ciascuno di noi si porta dentro, dalla voglia di impegnarsi, dal proprio fisico. E poi c’è il ritmo, quello è fondamentale, la musica. Io ho cominciato perché mi piaceva la musica, tutta la musica: non può esserci vita, se non c’è musica». Perle di saggezza dal West Virginia al Garda: ospite mister Lawrence Rhodes, classe 1939 e ancora oggi direttore della scuola di danza più famosa del mondo, la Juilliard di New York.

Esatto, proprio quella: quella di «Saranno Famosi», quella che in occasione del ventesimo stage di danza internazionale organizzato a Manerba da Antonella Mandanici e Art Studio ospiterà il gruppo dei migliori partecipanti gardesani per un’audizione vera e propria, il prossimo febbraio. Comunque vada, è stato un successo: circa 200 ragazzi hanno partecipato allo stage, tre settimane intense che hanno visto partecipare alcuni «mostri sacri» della danza internazionale: Brunella Vidau, Bella Ratchinskaja, Frederic Olivieri, Paul Chantry, Alexander Stepkine e Myrna Kamara.

Ragazzi arrivati da tutta Europa, ma anche dal mondo: la rappresentanza più folta ha gli occhi a mandorla, e viene addirittura dal Giappone.

VENERDÌ SERA hanno fatto il pienone, in piazza Silvia, per lo spettacolo conclusivo. «Volevamo promuovere la buona danza, la cultura e anche il nostro bellissimo territorio – ha detto Antonella Mandanici in apertura – e credo proprio che ci siamo riusciti».

Anche Rhodes porterà con sé un bellissimo ricordo del lago. «Lo racconterò a tutti i miei amici- ha detto sorridendo - perché qua si sta bene, si mangia bene e ci si diverte». La danza come stile di vita: «È 60 anni che sono innamorato della danza. E niente è cambiato: sono ancora qui. Che lo sappiano tutti: ballare vi fa bene, vi fa scoprire il vostro fisico, vi fa provare emozioni uniche. In questi giorni ho trovato dei piccoli talenti, ragazzi e ragazze che hanno voglia di lavorare, e che sono proprio bravi». E chissà se qualcuno di loro si sarà meritato un biglietto di sola andata per gli States.A.GAT.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok