28 novembre 2020

Spettacoli

Chiudi

24.10.2020 Tags: musica

«Rodrigo Live», Ravenna raddoppia in Latteria

Luca Ravenna: in televisione è stato applaudito su Comedy Central
Luca Ravenna: in televisione è stato applaudito su Comedy Central

Sabato nel segno della stand up comedy alla Latteria Molloy di Brescia: il club in via Marziale Ducos anticipa e raddoppia con Luca Ravenna, protagonista con ben due repliche del suo spettacolo «Rodrigo Live». Si comincia alle 19 con un primo show, annunciato a grande richiesta dopo che i posti per quello in programma alle 21 sono andati esauriti: prenotazioni e informazioni su modalità di accesso e disponibilità di biglietti al 3479367391. La difficile ma coraggiosa stagione post-Covid di Casa Molloy continua quindi con un vero «bomber» della stand-up: classe 1987, milanese, alle spalle un diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia, ha iniziato a farsi conoscere grazie alla web serie «Non c’è problema» per Repubblica.it, oltre che a «Quelli che il calcio», dove è divenuta famosa la sua imitazione di Gigi Marzullo. «Mi piace giocare male a tennis, fumare sigarette, sono appassionato di colazioni al bar e panini – dice di sé -. I miei punti di riferimento? Da piccolo aspettavo Mai Dire Gol e i programmi di Serena Dandini come fossero Babbo Natale. Aldo Giovanni e Giacomo sono stati i miei idoli. Ma visto che ho imparato bene l’inglese adesso i miei comici preferiti sono Louis CK e Dave Chapelle. Penso di conoscere qualsiasi sketch del Saturday Night Live, Kristen Wiig e Bill Hader sono i migliori attori comici degli ultimi 15 anni secondo me». NEL SUO CURRICULUM anche il lavoro come co-sceneggiatore insieme al collettivo romano The Pills in «Sempre meglio che lavorare» e come autore nel programma televisivo «The Pills - Non ce la faremo mai», oltre all’immancabile passaggio tv a «Natural Born Comedians» e «Stand Up comedy» su Comedy Central. Ha alle spalle due spettacoli, «In the ghetto» del 2018 e «Luca Ravenna Live@», cui ora si aggiunge la nuova avventura con «Rodrigo». «La stand-up comedy? È un po’ come il rap – dice -. Come genere si rifà ad una tradizione anglosassone in cui il comico più che interpretare un monologo lo racconta in modo chiaro e sincero. Ogni serata è un’esperienza sociale vera: si sta insieme al pubblico, si fa insieme lo spettacolo. Sembra che il comico sia solo ma non è così». •

C.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok