08 dicembre 2019

Spettacoli

Chiudi

24.05.2019

«Time for us», Musical-Mente da record

Carlo Francesco  Defranceschi: era amico di  Giancarlo  Facchinetti
Carlo Francesco Defranceschi: era amico di Giancarlo Facchinetti

Compleanni da ricordare, prego accomodarsi. In piedi, seduti, distesi, tra un caffè al bar o di corsa verso la metro, «Time for us» ingloberà anche i rumori della piazza «che suona, che ascolta, che vivrà un momento unico»: per celebrare il trentesimo anniversario della sua Accademia di musica, l’associazione Musical-Mente ha pensato in grande lanciando ufficialmente la sfida al Guinness dei primati, dov’è stato iscritto l’evento «Time for us», realizzato insieme agli alunni, ai docenti, ai soci, ai volontari che si occupano della scuola e non a caso già ribattezzato «un concerto da record». DOMENICA 2 giugno, alle 18, epicentro in piazza Vittoria. Chi più ne ha, più ne metta. Nel caso specifico, un vero e proprio modus operandi: 600 musicisti di strumenti classici e moderni, 150 cantanti, 50 attori, 12 direttori di sezione e 1 direttore d’orchestra si esibiranno tutti insieme appassionatamente in un brano inedito «suonato dalla più numerosa orchestra didattica e inclusiva di accademia musicale nel mondo». «L’ensemble eseguirà un’opera inedita del compositore Carlo Francesco Defranceschi, amico del maestro Giancarlo Facchinetti, che aveva invece celebrato il 25esimo anniversario di Musical-mente» è entrata poi nel dettaglio ieri in Loggia il direttore artistico Paola Ceretta. «Niente di autocelebrativo, ma un omaggio allo stesso Facchinetti e alla città di Brescia, nonché una ‘dedica’ al tempo in tutte le sue accezioni: tempo che scorre, tempo della memoria, tempo di condividere con la musica…». A FARLE ECO, lo stesso Defranceschi: «La composizione, di organico imponente e desueto, mi è stata commissionata con l’intento di vedere condivise in partitura capacità tecniche diversificate, dal professionista orchestrale o docente sino al giovane allievo con limitata esperienza esecutiva, e stili altresì diversi, dal classico e contemporaneo al pop e al jazz». «Dal punto di vista testuale - ha ripreso il direttore artistico - la composizione prende origine da una celebre filastrocca bresciana per bambini eseguita in dialetto, utilizza la lingua italiana per raccontare il presente e si conclude in inglese, la lingua che i nostri giovani utilizzeranno sempre di più nel loro futuro». La partecipazione è gratuita; nel malaugurato caso di pioggia, «Time for us» si terrà al teatro Sicomoro di Montirone, che il giorno precedente ospiterà le prove generali. •

E.ZUP.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok