18 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

16.04.2019

Tutto un 17enne minuto per minuto

Foglietta e De Concilio nel film
Foglietta e De Concilio nel film

S’intitola «Un giorno all’improvviso», come l’omonimo tormentone calcistico, il film che sarà proiettato questa sera al cinema Sociale per i Martedì del «Nuovo Mascherino», ma avrebbe anche potuto intitolarsi «Antonio» (Giampiero De Concilio) dal nome del diciassettenne protagonista: nel suo intenso esordio cinematografico il promettente regista Ciro D’Emilio, nato a Pompei nel 1986, rinuncia a ogni distanza dal protagonista e a ogni giudizio su di lui facendo coincidere il proprio punto di vista con il suo e lasciandolo in campo dall’inizio alla fine del film. «Già nella sceneggiatura - dice D’Emilio - c’era una scelta estrema: che il protagonista fosse presente dalla prima all’ultima scena. L’ha fatto appunto Ken Loach in “Sweet Sixteen”, e siamo partiti da lì. Poi c’era la voglia mia, estrema, di dare allo spettatore questa possibilità: di non staccarsi mai da Antonio. C’era però un grande pericolo: che diventasse tutto molto claustrofobico, che la visione risultasse indigesta. Insieme al direttore della fotografia ho studiato tutto un sistema legato alle lenti e agli obiettivi, ma anche relativo ai colori ed alle location, affinché tutto potesse essere performante sia a livello di profondità di campo, sia a livello di spazio in generale». È così che anche la figura della madre di Antonio (Anna Foglietta) s’illumina della particolare luce soggettiva dello sguardo di Antonio e la scelta è del tutto funzionale al racconto, alla messa in scena di un rapporto madre-figlio a ruoli invertiti dove è il figlio a occuparsi con cura e amore della madre, una donna che non ha accettato l’abbandono da parte del marito ed è entrata in profonda crisi esistenziale e psicologica. IL CALCIO poi è il mondo di Antonio che ha diciassette anni, anche se confessa di non essersene mai accorto, e sogna di fare il calciatore in una grande squadra. Il ragazzo vive in una piccola cittadina di una provincia campana, una terra in cui cavarsela non è sempre così facile. Un giorno un talent scout lo vede giocare, nota il suo talento e decide di occuparsi del ragazzo e della sua carriera che potrebbe essere luminosa… Proiezioni alle ore 18 e alle 21. Ingresso: 5 euro. •

Fausto Bona
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo gli attentati dei terroristi islamici a Parigi, quali misure andrebbero adottate dall'Italia?
ok