20 aprile 2019

Sport

Chiudi

05.02.2019

«È una grande e lo dimostrerà ancora»

Elena Fanchini cammina con le stampelle DA FACEBOOK
Elena Fanchini cammina con le stampelle DA FACEBOOK

Primo step superato alla grande e pronta ad affrontare e superare gli altri all’orizzonte: Elena Fanchini si è sottoposta ad accertamenti clinici e radiologici alla clinica Città di Brescia che hanno dato esito positivo. La tac ha evidenziato la calcificazione di tibia e perone della gamba sinistra dopo il grave infortunio di Lake Louise in Canada mentre si stava allenando. Dopo aver vinto il tumore all’intestino è tornata in nazionale per riprendere il discorso interrotto nel dicembre 2017, ma purtroppo per lei ancora una volta la sfortuna ci ha messo lo zampino. Adesso però comincia a vedere un lumicino in fondo al tunnel ed è particolarmente soddisfatta. «DOPO 86 GIORNI ho potuto appoggiare la gamba. So che devo avere ancora pazienza per recuperare al cento per cento la funzionalità della gamba, ma devo pensare positivo e oggi sono davvero contenta. L’accertamento strumentale è stato positivo e ora sono pronta a ricaricare le pile. Se tornerò a gareggiare? Adesso devo solo pensare a guarire perfettamente. Poi al momento giusto deciderò come ho già affermato numerose volte». E adesso è tempo di meeting iridato: come seguirà il Mondiale di Are dove lei nel 2007? «Salirò a Montecampione a casa dei miei genitori per fare il tifo per Nadia. Sono molto felice per lei e spero riesca a sciare come sa. Se azzecca la giornata giusta è capace di tutto, perchè è una talentuosa come poche altre atlete del circo bianco. Merita di gareggiare anche questa volta al Mondiale perché nel corso della stagione non si è risparmiata, allenandosi anche quando i dolori alle ginocchia si sono fatti sentire. È proprio una grande e spero proprio riesca a dimostralo anche stavolta». Come sua sorella Nadia ha disputato anche lei sei rassegne iridate. Il ricordo più bello e quello più brutto?: «Il debutto a Santa Caterina Valfurva con la conquista della medaglia d’argento in discesa libera e nella discesa di Schladming dove ho concluso nona dopo aver commesso un paio di errori. Quel giorno avrei davvero potuto fare compagnia sul podio a Nadia. Ma purtroppo non è stato così. E nella libera della supercombinata sono stata quinta a conferma della buona condizione. Ma adesso devo pensare solo a guarire e fare il tifo per Nadia». Prima di vedere la sorella in televisione questa mattina Ellena si recherà alla Kinetik di Rogno per sottoporsi a una robusta seduta di riabilitazione sotto l’attenta regia del dottor Paolo Patroni. Ormai è praticamente di casa, come lo è sua sorella Nadia e alla Kinetik vengono sempre accolte con grande simpatia e entusiasmo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.MASS.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
60
Lecce
57
Palermo
56
Benevento
50
Pescara
49
Hellas Verona
48
Spezia
46
Cittadella
45
Perugia
45
Cremonese
39
Cosenza
39
Ascoli
39
Salernitana
38
Crotone
34
Venezia
33
Foggia
30
Livorno
30
Padova
25
Carpi
25
Ascoli - Venezia
Brescia - Salernitana
Carpi - Pescara
Cittadella - Cremonese
Cosenza - Spezia
Foggia - Livorno
Hellas Verona - Benevento
Palermo - Padova
Perugia - Lecce
Crotone - [ha Riposato]