30 settembre 2020

Sport

Chiudi

22.01.2020

An Brescia, le leonesse hanno fame di riscatto

La squadra femminile dell’An Brescia:  domenica il debutto nel campionato di A2 contro Varese
La squadra femminile dell’An Brescia: domenica il debutto nel campionato di A2 contro Varese

Quando si presenta una seconda opportunità, è doveroso coglierla e sfruttarla al meglio. È questo lo spirito con il quale le ragazze dell’An Brescia femminile si apprestano a disputare per il secondo anno consecutivo il campionato di A2. ARCHIVIATA l’amara retrocessione patita ai play-out l’estate scorsa, per mano delle siciliane del Brizz Catania, Casali e compagne affronteranno questa nuova avventura con un altro piglio e con una maggiore consapevolezza. A concedere l’occasione di non perdere la categoria è stata la rinuncia del Sori Pool Beach: per le ragazze allenate dal confermato Edvin Calderara una possibilità di riscatto. Ieri, nella Sala dei Giudici di Palazzo Loggia, la presentazione ufficiale della stagione che comincerà domenica prossima a Varese. A fare gli onori di casa, come d’abitudine, il consigliere comunale delegato per gli eventi sportivi Fabrizio Benzoni, che ha ricordato loro come «all’interno di un sistema pallanuoto d’élite sia importante il ruolo di una prima squadra per fare da traino a tutto il movimento giovanile». Il presidente Andrea Malchiodi, dal canto suo, ha ricordato quale sia l’obiettivo di ogni sportivo: «Migliorare rispetto alla stagione precedente, quindi sarete chiamate a ottenere la salvezza diretta, ma anche a divertirvi e a divertire il pubblico». Sarà un campionato difficile e molto combattuto, e anche il calendario pone sul cammino dell’An subito due sfide salvezza: «Andremo a Varese e poi ospiteremo il Locatelli, due formazioni che come noi giocheranno per salvarsi - ha confermato Calderara - Insieme a queste, anche Florentia e Padova dovranno sudare, mentre la Promogest è un oggetto misterioso. Bologna, Imperia, Como e Aquatica Torino faranno un campionato a parte». Questo dunque lo scenario nel quale si dovranno destreggiare le leonesse bresciane, con un giusto mix tra esperienza e freschezza. Le più anziane, se tali si possono definire ragazze di 27, 28 e 29 anni, fanno parte del nucleo storico: a partire da capitan Casali, passando per il portiere Fanelli, la marcatrice del centroboa Testa e il centroboa Facchinetti, alle quali si sono affiancati nel tempo elementi come le sorelle Vitali, Barbieri, Buizza, Fiorese, Usanza e due delle sorelle Bovo. A loro, dalle giovanili, si sono unite altre ragazze interessanti: «È una squadra in crescita sia a livello di collettivo che individuale, credo che abbiamo buone possibilità di salvarsi, ma è tutto il movimento femminile con le sue giovanili che sta crescendo», le considerazioni del direttore dell’area tecnica dell’An Brescia Alessandro Bovo. «Lavoriamo con costanza da settembre e, finalmente, abbiamo la possibilità di rimetterci in gioco, maggiormente amalgamate e più combattive che mai», ha assicurato Alessandra Fanelli. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabrizio Vertua
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cittadella
3
Empoli
3
Venezia
3
Pisa
1
Reggio Audace
1
Ascoli
1
Reggina
1
Brescia
1
Salernitana
1
Chievoverona
1
Pordenone
1
Spal
1
Virtus Entella
1
Cosenza
1
Lecce
1
Monza
1
Pescara
1
L.r. Vicenza Virtus
0
Cremonese
0
Frosinone
0
Brescia - Ascoli
1-1
Cosenza - Virtus Entella
0-0
Cremonese - Cittadella
0-2
Frosinone - Empoli
0-2
Lecce - Pordenone
0-0
Monza - Spal
0-0
Pescara - Chievoverona
0-0
Reggio Audace - Pisa
2-2
Salernitana - Reggina
1-1
Venezia - L.r. Vicenza Virtus
1-0