20 agosto 2019

Sport

Chiudi

18.07.2019

L’Italia vince soffrendo ma si qualifica ai quarti

Il portiere Marco Del Lungo: contro il Giappone è stato tra i migliori
Il portiere Marco Del Lungo: contro il Giappone è stato tra i migliori

Che sarebbe stata dura contro il Giappone c’era da aspettarselo. Ma il Settebello ha davvero faticato più del dovuto per portare a casa la preziosa vittoria che è valsa la qualificazione ai quarti del Mondiale. Un successo (9-7 il finale) che permette agli azzurri di mantenere il comando del proprio girone e in una posizione di vantaggio nello scontro diretto di domani contro la Germania. L’Italiaha sempre condotto e controllato la gara, ma deve ringraziare le parate di Del Lungo nei momenti decisivi. Troppi sprechi in avanti, soprattutto nelle situazioni di vantaggio numerico per i giocatori di Campagna, ma sarà un avversario difficile per chiunque questo Giappone, capace di scatti e controscatti e di una marcatura asfissiante. «Chi considera il Giappone una squadra di seconda o terza fascia si sbaglia - osserva il neoacquisto dell’An Brescia, Nicolò Figari -: hanno un gioco particolare, in difesa, che fanno solo loro e siamo stati noi, non essendo abituati, a doverci adattare. Hanno nuotato come dannati per quattro tempi: in questa gara abbiamo accusato una stanchezza che con il Brasile non abbiamo sentito». Sotto questo aspetto, la mancanza dello squalificato Echenique ha aumentato la fatica in acqua. A fare eco al nuovo compagno è proprio l’eroe di giornata Marco Del Lungo: «Abbiamo trovato di fronte un avversario tosto, dalle caratteristiche che sicuramente questo nuovo regolamento ha favorito - analizza il portiere del Settebello -. Siamo stati bravi a tenere il controllo, meno a concretizzare la mole di gioco prodotta. Questo ci ha destabilizzato in una fase della gara, ma ci siamo ripresi, riuscendo sempre a condurre». OSSERVATI speciali dalla An in chiave mercato bomber Adachi, rimasto a secco, e il giovane Inaba, autore di una doppietta: «Sono giocatori di altissimo livello, soprattutto Inaba, di grande prospettiva, in questa nuova pallanuoto ci stanno benissimo». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

F.V.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1