17 agosto 2019

Sport

Chiudi

27.06.2017

Nadia Fanchini:
nuova operazione
al braccio

Nadia Fanchini ricoverata a Brescia in gennaio: ora nuova operazioneIl momento della cadutaIl braccio dopo l’operazione
Nadia Fanchini ricoverata a Brescia in gennaio: ora nuova operazioneIl momento della cadutaIl braccio dopo l’operazione

Non c’è pace per Nadia Fanchini: la campionessa europea domani mattina entrerà nuovamente in sala operatoria per sottoporsi a intervento chirurgico all’omero destro andato in mille pezzi il 15 gennaio, mentre stava affrontando la prova cronometrata della discesa libera di Coppa del Mondo a Altenmarkt Zauchensee, in Austria.

Alcuni giorni dopo la caduta e il grave infortunio è stata sottoposta a un’operazione alla Città di Brescia, ma purtroppo per lei dopo qualche mese l’arto ha ricominciato a farle male e necessita di un altro intervento.

Stavolta sarà il dottor Riccardo Accetta dell’Istituto Galeazzi di Milano a intervenire. Accetta, oltre ad essersi laureato in medicina e chirurgia, si è specializzato in traumatologia e ortopedie ed è membro del board editoriale della rivista ufficiale del Cio.

Professore all’università di Milano tiene periodicamente quattro corsi di aggiornamento riservato agli ortopedici sul trattamento chirurgico delle fratture omerali. È insomma un luminare e non è un caso che la scelta di Nadia Fanchini sia caduta su lui: «È una tegola che non ci voleva ma devo farmene una ragione - sospira Nadia Fanchini -. Sembrava che tutto fosse okay dopo l’intervento di gennaio, invece qualche tempo fa ho cominciato a sentire dolore all’arto e alla fine la diagnosi mi ha scioccato».

BEL MODO per festeggiare il 31° compleanno: «Domenica ho comunque alzato una coppa di bollicine con la speranza che davvero sia l’ultima volta che sono costretta a ricorrere alle cure dei sanitari. Ringrazio tutto il corpo medico e paramedico dell’Istituto Clinico Città di Brescia che mi ha sempre assistito al meglio e guardo avanti con fiducia».

Olimpiadi coreane in dubbio? «È troppo presto per pianificare il programma agonistico - dice Nadia -. Ora devo solo pensare a guarire perfettamente perché ho soltanto 29 anni e tutta la vita davanti a me. Il problema è che da gennaio a oggi «l’omero destro è in pseudo artrosi ed è andato in necrosi tutto il pezzo in cui l’arto fratturato non è riuscito ad attaccare. Il dottor Accetta mi fisserà un’al- tra piastra in acciaio più lunga e poi mi faranno un innesto con un pezzo di osso della mia cresta iliaca insieme ad un trapianto di osso di un donatore».

Quanto accaduto a Nikky è un fatto quasi più unico che raro. Davvero una sfortuna nera per questa ragazza che però non molla: «Alle Olimpiadi voglio esserci - promette -. Adesso devo pensare solo e unicamente positivo».

Nadia Fanchini entrerà all’Istituto Galeazzi del Gruppo San Donato stamattina e domani sarà in sala operatoria. È la sesta volta che è costretta a sottoporsi a intervento chirurgico per altrettanti infortuni gravi: il primo in Val d’Isere nel 2006, l’ultimo ad Altenmarkt Zauchensee il 15 gennaio di quest’anno, passando per Sierra Nevada (2007), St Moritz (2010), Cortina (2011). A.MAS.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1