08 dicembre 2019

Sport

Chiudi

18.02.2018

Nadia Fanchini, sogno interrotto Si ferma a un soffio dalla top ten

Ester Ledecka porta l’oro alla Repubblica Ceca: una grandissima sorpresa nella prima prova veloceNadia Fanchini: ha debuttato nelle prove a cinque cerchi con un 12esimo postoMa è già fissata l’occasione del riscatto: mercoledì si gioca tutto nella discesa
Ester Ledecka porta l’oro alla Repubblica Ceca: una grandissima sorpresa nella prima prova veloceNadia Fanchini: ha debuttato nelle prove a cinque cerchi con un 12esimo postoMa è già fissata l’occasione del riscatto: mercoledì si gioca tutto nella discesa

A un soffio dalla top ten nel supergigante olimpico vinto dalla Ester Ledecka della Repubblica Ceca: Nadia Fanchini ha chiuso al dodicesimo posto la prima prova veloce del programma di PyeongChagn in Corea del Sud, dopo aver sfiorato per alcuni secondi anche il terzo gradino del podio. NELLA GARA che ha consentito a Ester Ledecka di salire in paradiso con gli sci dell’americana Mikaela Shiffrin, con un solo centesimo di vantaggio sulla campionessa olimpica uscente Anna Fenninger, sposata Veith, la campionessa di Montecampione ha sciato bene facendosi sorprendere solamente due volte sul salto e su una porta destrorsa. Per il resto non si deve fare perdonare nulla perché ha disegnato alcune traiettorie davvero molto buone. Sulla pista Jeongseon, al momento del via battuta dal vento, con la giuria e direzione di corsa costretti a posticipare la partenza di un’ora, Nadia in alcuni tratti ha dimostrato tutto il suo talento. Nonostante pista e neve non fossero sicuramente quelle a lei più congeniali. La neve molto aggressiva l’ha costretta a fare di necessità virtù, e se non è andata alla deriva lo deve alla sua classe cristallina. Nadia Fanchini ha superato bene un paio di tratti del tracciato, grazie proprio alla sua classe cristallina, alla quale ricorre quando deve affrontare situazioni ambientali e lei non consone. Risultato? Un dodicesimo posto che non è da buttare, quinto suo miglior risultato conseguito ai Giochi Olimpici, dopo l’ottavo e decimo posto in gigante e libera a Torino 2006; e il decimo e il quarto conquistato a Sochi 2014 in supergigante e gigante. LA DODICESIMA posizione rimediata al termine della sua gara, conclusa a 77/100 dalla Ledecka, è anche il suo secondo miglior risultato stagionale in questa specialità, dopo il quinto rango ottenuto a Bad Kleinkirchheim il 13 gennaio. La finanziera bresciana può insomma archiviare questa gara in maniera non negativa, e con la convinzione di poter presto riprendere confidenza con il vertice della classifica. La sua ottava presenza ai Giochi Olimpici l’ha affrontata con sicurezza anche se al primo intertempo ha fatto segnare solo il ventinovesimo tempo. Davanti alla prima fotocellula è transitata in terza posizione a 100,820 Km/h. Poi ha siglato la sesta performance, prima di siglare la venticinquesima e nona velocità negli altri due rilevamenti. Quindi il suo miglior parziale che le ha permesso di far segnare la quarta migliore prestazione a pochi centesimi dal podio. Negli ultimi 18” di gara ha però lasciato per strada circa mezzo secondo facendole perdere otto posizioni. Nel corso della sua discesa l’errore più grave l’ha commesso sul salto dove è atterrata sulla destra con gli sci di traverso. È riuscita miracolosamente a rimanere in piedi ma al traguardo ha pagato pegno. e da questa sua prima gara a PyeongChang, esce con la certezza di poter ulteriormente migliorare, e dare la caccia alla top five nella discesa libera di mercoledì prossimo: ha le qualità per riuscirci. GRANDISSIMA SORPRESA poi per quello che riguarda le prime posizioni. Oltre al successo di Ester Ledecka, che di «professione» è snowboarder, occorre segnalare la buonissima prestazione di Anna Veith e Tina Weirather rispettivamente seconda e terza a 1/100 e 11/100 dalla neo-campionessa. Lara Gut è stata quarta a 12/100, Johanna Schnarf quinta a 16/100. Sesta ex aequo con Lindsey Vonn l’azzurra Federica Brignone. Undicesima Sofia Goggia. Il duello tra Vonn e Goggia si è concluso con il successo di Ester Ledecka mentre le due big della specialità insieme alla Gut hanno commesso un errore gravissimo con il risultato di dover dire addio alla battaglia per la vittoria. •

Angiolino Massolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
34
Cittadella
25
Chievoverona
24
Crotone
22
Pordenone
22
Perugia
22
Ascoli
21
Pescara
21
Empoli
21
Pisa
20
Frosinone
20
Spezia
19
Salernitana
19
Virtus Entella
19
Venezia
18
Cremonese
17
Juve Stabia
14
Cosenza
13
Trapani
13
Livorno
11
Benevento - Trapani
5-0
Chievoverona - Cremonese
1-0
Cittadella - Salernitana
4-3
Empoli - Ascoli
2-1
Juve Stabia - Frosinone
Perugia - Cosenza
Pescara - Venezia
2-2
Pisa - Virtus Entella
Pordenone - Crotone
Spezia - Livorno
2-0