21 agosto 2019

Sport

Chiudi

02.01.2015

Tagliabue apre la strada: «A Vail faranno bene»

Elena Tagliabue: prima bresciana a disputare un mondiale, proprio a Vail
Elena Tagliabue: prima bresciana a disputare un mondiale, proprio a Vail

Prima donna bresciana a disputare un campionato del mondo di sci alpino con tanta voglia di buttarsi ancora a valle a velocità supersonica: Elena Tagliabue il 7 febbraio 1999 partecipò alle discesa libera iridata a Vail-Beaver Creek concludendo ventiquattresima, ma nel contempo tracciò la strada alle altre ragazze in odore di nazionale.
LA CAMPIONESSA di Pontedilegno è rimasta naturalmente nell'ambiente perché è maestra di sci e mette sempre volentieri le sue qualità e la grande esperienza a disposizione di quanti lo vogliono. Vail-Beaver Creek dopo sedici anni sarà nuovamente la capitale dello sci mondiale dal 3 al 15 febbraio 2015 e sicuramente la discesista dalignese vivrà l'evento con grande emozione.
«E non potrebbe essere diversamente - dice candidamente la graziosa ex azzurra di Pontedilegno -. Non potrò mai dimenticare quella convocazione per il Mondiale, il primo peraltro di una donna bresciana. Non riuscii a ottenere il risultato che mi ero ripromessa perché sbagliai qualcosa nella discesa, ma provai una sensazione straordinaria perché rappresentare l'Italia a una rassegna iridata fu davvero un qualcosa di molto speciale».
Emozioni e sensazioni che rivivranno Elena e Nadia Fanchini insieme a Daniela Merighetti. «Sono orgogliosa di essere conterranea di queste tre campionesse che nonostante gli infortuni patiti sono ancora in grado di ottenere risultati di prestigio. Spero tornino a casa con una medaglia al collo perché la meritano per i sacrifici compiuti in tanti anni di attività. Naturalmente farò il tifo per loro e le seguirò con apprensione durante le loro gare: per qualche ora mi siederò davanti al televisore cercando di spingerle sul podio con la mia grinta».
Rispetto alla sua partecipazione è cambiato qualcosa però in questi sedici anni: «Certamente - conclude la sciatrice di Pontedilegno -. La pista non sarà la stessa sulla quale affrontai la gara io. I materiali sono pure cambiati e quindi non è possibile fare un raffronto. Una cosa però è certa: le qualità tecniche e agonistiche alla fine fanno la differenza e io sono convinta che Elena, Nadia e Dada riusciranno a ritagliarsi uno spazio importante. Forza ragazze, Brescia è con voi!».
E se lo esclama a gran voce Elena Tagliabue qualcosa di importante ne uscirà certamente.A.MAS.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1