19 novembre 2019

Sport

Chiudi

22.07.2019

Vallecamonica,
Zardo è
nella leggenda

Il vincitore Danny Zardo durante il passaggio a Malegno
Il vincitore Danny Zardo durante il passaggio a Malegno

C’è un nuovo «re» per il Trofeo Vallecamonica. È Danny Zardo, dominatore della 49esima edizione della cronoscalata Malegno-Borno. Il pronostico è stato rispettato, e il pilota trevigiano ha dominato la scena riuscendo nell’impresa di raggiungere nella leggenda Mauro Nesti: l’indimenticato pluricampione della corsa camuna che riuscì a vincere nel 1994 a diciannove anni dalla sua prima affermazione risalente al 1975. La vittoria di Zardo nell’edizione 2019 è invece arrivata a sedici anni di distanza dalla sua «prima volta», quando correva l’anno 2003. Un successo ancora più dolce ed emozionante, alla luce del fatto che il pilota veneto ha saputo tenere i nervi saldi affondando il colpo al momento giusto. «Sono molto felice del risultato - ha commentato il trionfatore -. E pensare che ero venuto a fare una gara test in vista dei prossimi appuntamenti. Dopo sedici anni tornare a vincere ha un bel sapore, e forse significa che non sono così vecchio». Col tempo di 3’52”91 il trevigiano al volante della Norma M20 FC della Best Lap ha regolato gli avversari. Una concorrenza «molto agguerrita - aggiunge -. Tutti hanno dato il massimo per cercare di ottenere la vittoria in questa che rimane una manifestazione di fascino e prestigio». A cercare di ostacolare Zardo ci ha provato il veterano Fausto Bormolini. Dopo aver fatto registrare il miglior crono nella prima manche della mattinata ha però dovuto abdicare e abbandonare la lotta per il successo a causa di noie al cambio. E così al secondo posto si è classificato il francese Sebastien Petit su Norma M20 FC, titolare del terzo tempo complessivo con 7’52.78 e secondo tra i concorrenti iscritti alla Fia International Hill Climb Cup. A completare il podio di questa prova del Trofeo italiano velocità Nord Federico Liber, con la sua Formula Gloria C8p-EVO.

 

LA SCALATA sugli 8,8 chilometri che da Malegno salgono a Ossimo e al traguardo di Borno è stata valida anche per il quarto appuntamento del calendario della Fia Hill Climb Cup 2019. Per questa speciale classifica, il successo finale è andato allo svizzero Joel Volluz al volante della Osella FA30. Bene i numerosi piloti bresciani in gara. Vittoria nella categoria Gt per l’idolo di casa Ilario Bondioni, al debutto sulla Lamborghini Huracan. Imprendibile nel Gruppo A Luca Tosini su Skoda Fabia R5 e menzione speciale per Alex Caffi, che corona il sogno di centrare lo storico poker: trionfatore in tutte le classi della Malegno-Borno. L’ex pilota di Formula 1 ha chiuso la sua prova in 22esima posizione assoluta conquistando quest’anno il successo nella Racing start plus. Infine le vetture storiche: ha primeggiato il lecchese Emanuele Aralla su Dalla F390; secondo Maurizio Sbrilli su Chevron B23 e terzo Luigi Moreschi su Osella Pa7 Tazio Nuvolari. L’affermazione più grande, però, è stata quella degli organizzatori della corsa. Che ha messo in vetrina la bellezza dei paesaggi e l’amore per i motori di tutta la provincia.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabio Pettenò
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
25
Crotone
21
Cittadella
20
Pescara
19
Pordenone
19
Perugia
19
Chievoverona
18
Salernitana
18
Ascoli
17
Empoli
17
Frosinone
17
Pisa
16
Venezia
16
Virtus Entella
16
Cremonese
15
Cosenza
12
Spezia
12
Juve Stabia
11
Livorno
10
Trapani
7
Cremonese - Salernitana
1-0
Crotone - Ascoli
3-1
Empoli - Pescara
1-2
Frosinone - Chievoverona
2-0
Juve Stabia - Benevento
1-1
Perugia - Cittadella
0-2
Pisa - Spezia
3-2
Trapani - Cosenza
2-2
Venezia - Livorno
1-0
Virtus Entella - Pordenone
1-1