24 gennaio 2020

Sport

Chiudi

17.11.2019

Caracciolo non si ferma più e la Feralpisalò innesta il 4x4

Airone: la grinta del capitanoAndrea Caracciolo ha lampi di felicità. Vicino a lui, gioisce Tommaso Ceccarelli.La Feralpisalò festeggia la quarta vittoria consecutiva e vola sempre più in altoCeccarelli imprendibile per Gabionetta, che lo stende: espulso
Airone: la grinta del capitanoAndrea Caracciolo ha lampi di felicità. Vicino a lui, gioisce Tommaso Ceccarelli.La Feralpisalò festeggia la quarta vittoria consecutiva e vola sempre più in altoCeccarelli imprendibile per Gabionetta, che lo stende: espulso

Quando l’Airone comincia a volare non si ferma più. È ancora Caracciolo a risolvere il duello col Padova, secondo in classifica, e a riportare in alto la Feralpisalò, ora a una sola lunghezza di distacco dai veneti. Dopo avere segnato un gol in due mesi (l’1 settembre contro il Rimini), l’attaccante milanese ne firma 4 in 3 partite: sblocca con la Triestina, sigla una doppietta a Ravenna, e batte il Padova. È il capitano a trascinare i compagni, in una serata sofferta e ringhiosa, che fa registrare il record stagionale di pubblico. Il collettivo lotta su ogni pallone e stringe i denti nelle difficoltà. Sembra sul punto di cadere, ma resiste. Commette semmai l’errore di non distendersi in maniera lineare nella ripresa, quando, in vantaggio di un gol e di uomo, per l’espulsione di Gabionetta, non spinge con efficacia alla ricerca del raddoppio. Assenti Pesce (squalificato) e Guidetti (infortunato), è Carraro a prendere in mano la bacchetta del regista, con Magnino e Altobelli ai fianchi. A sostegno di Caracciolo, torre d’attacco in grande spolvero, i trequartisti Ceccarelli e Scarsella. In difesa Giani e Rinaldi centrali, con Zambelli e Contessa esterni. Tra i pali De Lucia. Qualcuno non ha pienamente recuperato la fatica di lunedì a Ravenna, su un campo infame. Dei quattro ex Brescia, il Padova ne schiera due (il portiere Minelli, e l’esterno Joel Baraye, senegalese, fratello di Yves, ex Lumezzane, ora in Portogallo) e manda gli altri due in panchina (il terzino Rondanini e il centrocampista Mandorlini). Salvatore Sullo cambia modulo, passando dal dal 3-5-2 al 4-3-1-2, e presenta più stranieri che italiani: oltre a Baraye, lo sloveno Andelkovic, il croato Kresic, il belga Mokulu, i brasiliani Ronaldo e Gabionetta. Quando le squadre entrano in campo, comincia a piovere. Il primo assaggio è di Castiglia, con una fiondata da 20 metri, assorbita in tuffo. La Feralpisalò si rende pericolosa al 12’, su punizione di Contessa sfiorata in acrobazia da Giani: Minelli è reattivo, e respinge. Poi c’è una mischia spaventosa nell’area dei gardesani, con rimbalzi, svirgolate, colpi ed errori. Un’azione personale di Santini viene rintuzzata in angolo. La gara si sblocca al 27’. Conclusione di Altobelli, deviata sul palo da Minelli: Scarsella raccoglie e appoggia a Caracciolo, che insacca da un paio di passi. Il Padova protesta, reclamando la posizione di fuori gioco dell’Airone. Al 33’ altre proteste dei veneti, che si vedono annullare il gol di Andelkovic. Su respinta coi pugni di De Lucia, Gabionetta lascia partire una bordata che il difensore corregge di testa in fondo al sacco. Il guardalinee sbandiera, avendo rilevato l’irregolarità di Andelkovic. Al 37’, su parabola di Contessa, Magnino chiude al volo: il portiere spedisce in angolo. RIPRESA. Il Padova schiaccia il piede sull’acceleratore, chiamando per due volte consecutive De Lucia al tuffo, su conclusione di Santini, che si fa largo in area, e di Ronaldo, con radente da fuori. Al 4’ l’espulsione di Gabionetta, che rincorre Ceccarelli, e a metà campo lo atterra da dietro. Rosso inevitabile. Il Padova effettua tre cambi. I padroni di casa inseriscono Hergheligiu (al posto di Scarsella), Maiorino (per Ceccarelli) e Mordini (per Carraro). Al 31’ Soleri, appena entrato, costringe De Lucia a un gran balzo per sventare la minaccia. L’ultimo brivido lo procura Andelkovic, che però non inquadra lo specchio. In pieno recupero l’espulsione di Ronaldo per doppia ammonizione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
47
Pordenone
35
Crotone
34
Virtus Entella
30
Cittadella
30
Chievoverona
29
Salernitana
29
Frosinone
28
Ascoli
27
Perugia
27
Juve Stabia
27
Pescara
26
Spezia
25
Pisa
25
Venezia
23
Empoli
23
Cremonese
22
Cosenza
20
Trapani
18
Livorno
13
Benevento - Pisa
1-1
Chievoverona - Perugia
2-0
Cosenza - Crotone
Cremonese - Venezia
0-0
Frosinone - Pordenone
2-2
Juve Stabia - Empoli
1-0
Livorno - Virtus Entella
4-4
Pescara - Salernitana
1-2
Spezia - Cittadella
1-1
Trapani - Ascoli
3-1