18 agosto 2019

Sport

Chiudi

17.04.2019

Cortefranca, il grande inseguimento

Il Cortefranca ha vinto il campionato di Eccellenza: adesso sogna di trionfare nella Perla del  Calcio
Il Cortefranca ha vinto il campionato di Eccellenza: adesso sogna di trionfare nella Perla del Calcio

Nessuna gerarchia è immutabile e soprattutto nel calcio quello che è stato fino a ieri potrebbe essere molto diverso domani. Negli ultimi anni il calcio femminile bresciano ha avuto una squadra in grado di aggregare tutte le attenzioni: il Brescia femminile del presidente Giuseppe Cesari, simbolo e punto di riferimento per tutti. Scudetti e partecipazioni alla Champions sono ora però solo un lontano ricordo e la rivoluzione della scorsa estate, con la cessione del titolo sportivo al Milan, ha cambiato tutto. La società biancazzurra si è vista costretta a ripartire da zero. Nella stagione oramai agli sgoccioli il Brescia ha capito bene quali possono essere le difficoltà nel dover ricreare le fondamenta sulle quali costruire. Basi solide sulle quali già poggiava il Cortefranca, assoluto dominatore di questa annata del campionato di Eccellenza vinto con ben 4 giornate di anticipo e che ha portato alla promozione in C della squadra del presidente Umberto Canfora. LA FORMAZIONE di Roberto Lanzetti si è presa i gradi di squadra più forte del calcio femminile bresciano lasciando al Brescia solo le briciole e tanti rimpianti. Un passaggio del testimone che potrebbe avvenire anche per quanto riguarda la Perla del Calcio di Bresciaoggi, manifestazione nella quale le prime tre edizioni sono state appannaggio solo di giocatrici biancazzurre: Cristiana Girelli, Martina Rosucci e Daniela Sabatino (campionessa in carica). Ci proveranno le franciacortine Simona Muraro, Sara Ferrari, Alessia Giudici ed Erika Leali. In questa edizione le calciatrici del Brescia sono in testa con Denise Brevi in prima posizione e Chiara Massussi subito alle sue spalle. Ruoli inversi rispetto al campionato, con le ragazze del Cortefranca costrette a rincorrere. Gerarchie che vanno, gerarchie che vengono. Valori che potrebbero essere rimessi in discussione ancora una volta nel derby di ritorno martedì alle 20.45 in casa del Cortefranca, dopo che nella sfida di andata giocata sul campo dell'oratorio di Urago Mella ad imporsi erano state sempre le franciacortine per 2-1. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Giori
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1