16 ottobre 2019

Sport

Chiudi

02.09.2019

Feralpisalò, il sollievo
finale arriva dopo
la grande paura

Un pareggio acciuffato per i capelli, quando sembrava conquistata la vittoria. La Feralpisalò ha ottenuto il 2-2 grazie a una prodezza di Mattia Mauri, a un battito di ciglia dalla conclusione (stava per scoccare il 5° e ultimo minuto di recupero). Su punizione a spiovere calciata da metà campo dal portiere De Lucia, Stanco si è alzato sopra tutti, mandando in mezzo, dove l’ex attaccante del Ciliverghe ha deviato in semigiravolta, anticipando tutti. Un colpo da rapinatore d’area. Due volte sotto, e due volte capace di recuperare. La squadra verdeblù, considerata tra le favorite del campionato, ha dovuto soffrire, e stringere i denti, per raggiungere i romagnoli. Più freschi, pungenti e opportunisti.


GLI UOMINI di Renato Cioffi, ex Mantova, sono riusciti a passare sugli unici due angoli a favore. Li ha battuti Palma, un ex, abile nello scagliare traiettorie incisive. E due difensori (prima Scappi, di tacco, poi capitan Ferrani, di testa) hanno trasformato con perfetta scelta di tempo. Caracciolo ha siglato in un baleno il temporaneo 1-1, ma c’è voluta un’invenzione di Mattia Marchi a far tirare il definitivo sospiro di sollievo. Dopo la seconda giornata la Feralpisalò ha racimolato la miseria di un punticino, proprio come l’anno scorso (0-1 a Monza, poi 0-0 interno con la Fermana), e guarda dal basso in alto il terzetto composto da Padova, Carpi e Reggiana, che viaggia in testa alla classifica a punteggio pieno. Una stagione cominciata in mezzo alle difficoltà, con la necessità di trovare in fretta la quadratura. La manovra è risultata accettabile nel fraseggio, ma con troppe sventagliate da destra a sinistra (e viceversa), senza allunghi in profondità. La mancanza di rapide verticalizzazioni ha finito per favorire il Rimini che, rintanato nella propria area, ha ribattuto agevolmente ogni tentativo. Al termine c’è chi ha visto il bicchiere mezzo pieno, ringraziando per il pericolo scampato, e chi, invece, mezzo vuoto, per la grande occasione fallita, contro un’avversaria alla portata. All’inizio Damiano Zenoni cambia modulo, passando dal 3-5-2 al 4-3-3, in modo da schierare Andrea Caracciolo come punto di riferimento d’attacco, sostenuto dai fantasisti Maiorino e Ceccarelli. A centrocampo rientra Magnino, che ha scontato il turno di squalifica. Mezz’ala sinistra Guidetti. Play maker Carraro, giunto dall’Imolese, a scapito di Pesce. In difesa, con Zambelli e Contessa esterni, due marcatori puri come Giani e Legati.


NEL RIMINI tre ex: il centrocampista Palma, gli attaccanti Zamparo e Gerardi. Proprio quest’ultimo, al 22’, si lascia sfuggire il pallone in piena area, a due passi da De Lucia. Dopo una conclusione di Carraro, non trattenuto da Scotti, i romagnoli sbloccano a sorpresa. Su angolo di Palma, il difensore Scappi devia di tacco, infilando il portiere. Trascorre appena un minuto, e Caracciolo pareggia, di testa, in tuffo, correggendo un lungo traversone di Contessa. Ancora Gerardi si rende pericoloso, ma in acrobazia non inquadra lo specchio. In avvio di ripresa il Rimini opera il nuovo allungo, con Ferrari, che trasforma in acrobazia l’angolo del solito Palma: 2-1. Magnino non oppone adeguata opposizione. Lo stesso Magnino sfiora il pareggio su punizione di Ceccarelli. Al 43’ occasionissima di Petrovic, sventata da De Lucia, che tiene a galla i suoi. Dopo un tentativo di Stanco vanificato dal portiere, è lo stesso attaccante, ex Modena e Samb, a fornire a Mauri l’assist per il definitivo 2-2.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
15
Crotone
14
Empoli
14
Salernitana
14
Perugia
14
Ascoli
12
Cittadella
12
Pordenone
11
Virtus Entella
11
Chievoverona
10
Pescara
10
Cremonese
10
Pisa
9
Venezia
9
Frosinone
6
Cosenza
4
Livorno
4
Spezia
4
Trapani
4
Juve Stabia
4
Ascoli - Pescara
0-2
Cosenza - Venezia
1-1
Cremonese - Cittadella
0-2
Crotone - Virtus Entella
3-1
Livorno - Chievoverona
3-4
Perugia - Pisa
1-0
Pordenone - Empoli
2-0
Salernitana - Frosinone
1-1
Spezia - Benevento
0-1
Trapani - Juve Stabia
1-2