16 ottobre 2019

Sport

Chiudi

09.09.2019

Feralpisalò non più
Fermo grazie a un
viaggio salutare

FERMO La Feralpisalò si traveste da camaleonte e conquista il primo successo del campionato, battendo la Fermana al «Recchioni». Rispetto alle previsioni della vigilia, l’allenatore Zenoni inizia con 2 attaccanti puri (Stanco e Caracciolo, sostenuti dal trequartista Maiorino), e finendo solo con mezza punta (Ceccarelli). Dal 4-3-1-2 al 3-5-2, fino a un modulo prettamente difensivo. Perché vincere è l’unica cosa che conta.


DECIDE SCARSELLA, che approfitta di un’ingenuità difensiva della Fermana, mentre Maiorino su punizione colpisce il palo. De Lucia blinda la porta con un paio di strepitosi interventi e Damiano Zenoni, partito con lo spadone del conquistatore, con il passare dei minuti si copre, indossando una robusta corazza. Non sbaglia una mossa, l’allenatore della Feralpisalò, e mostra calcio duttile, semplice, redditizio. Non guarda al sottile e bada al sodo, dimostrando di possedere il senso della concretezza. Così la Feralpisalò esce dalla palude delle prime 2 gare, pagate con la netta sconfitta di Reggio Emilia (1-4) e il pareggio interno col Rimini (2-2), raddrizza la barra e tira un sospiro di sollievo. La migliorata condizione fisica dell’intero complesso consente di reggere con disinvoltura la controffensiva dei marchigiani, peraltro privi di adeguate capacità, e piuttosto improvvisatori. L’unico pericoloso è Maistrello, ex Bassano e Vicenza, appena tesserato. Entra al posto dell’inconsistente Cognini, scaglia 2 conclusioni insidiose, sventate da De Lucia. Adesso la classifica diventa più accettabile e il prossimo turno (in casa contro la Virtus Vecomp Verona) si preannuncia favorevole, a patto di non sottovalutare l’impegno. La temperatura è gradevole. Il campo è in pessime condizioni, spelacchiato e pieno di toppe. Proprio tenendo conto di questa situazione, Zenoni pensa che non sia possibile giocare palla a terra, e schiera due attaccanti possenti (Stanco e Altobelli), ordinando agli altri di effettuare lanci alti e in profondità. Ripropone un calcio antico. L’obiettivo: scavalcare il centrocampo e presentarsi senza preamboli in area avversaria. Così, dopo alcune uscite di De Lucia per allontanare un traversone di Petrucci (al 5’) e ribattere un paio di tentativi di Bacio Terracino, ex Lumezzane (9’ e 12’), i gardesani lasciano il segno. Chilometrico rinvio di Rinaldi, che sorprende il reparto arretrato della Fermana: il terzino Manetta appoggia indietro di testa al suo portiere, ma arriva come una faina Scarsella, che ruba col piede il tempo a Palombo, e insacca di testa. Uno a zero, gara segnata. Al 43’ fallo di Comotto (ammonito) su Stanco, appena fuori dal vertice. Maiorino calcia la punizione: una rasoiata respinta dal palo.


NELLA RIPRESA la Fermana schiaccia il piede sull’acceleratore. Ma bisogna attendere il 19’ per vedere un colpo di testa di Scrosta attraversare tutto lo specchio: brividi. De Lucia vola due volte per ricacciare l’urlo del gol in gola a Maistrello: prima su un’inzuccata da posizione centrale (al 21’), poi su un fendente improvviso (36’). Zenoni toglie Maiorino (dentro Ceccarelli, che alla fine resterà l’unico in avanscoperta), Carraro (ecco Pesce), Caracciolo (al suo posto, il difensore Legati), Magnino (Guidetti) e Stanco (fuori l’ultimo attaccante puro, entra l’ultimo acquisto, il centrocampista Altobelli). Con questa impresa la Feralpisalò punisce per la prima volta la Fermana, contro la quale nelle precedenti 4 partite non aveva mai vinto: 2 pareggi e 2 sconfitte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sergio Zanca
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
15
Crotone
14
Empoli
14
Salernitana
14
Perugia
14
Ascoli
12
Cittadella
12
Pordenone
11
Virtus Entella
11
Chievoverona
10
Pescara
10
Cremonese
10
Pisa
9
Venezia
9
Frosinone
6
Cosenza
4
Livorno
4
Spezia
4
Trapani
4
Juve Stabia
4
Ascoli - Pescara
0-2
Cosenza - Venezia
1-1
Cremonese - Cittadella
0-2
Crotone - Virtus Entella
3-1
Livorno - Chievoverona
3-4
Perugia - Pisa
1-0
Pordenone - Empoli
2-0
Salernitana - Frosinone
1-1
Spezia - Benevento
0-1
Trapani - Juve Stabia
1-2