22 settembre 2019

Sport

Chiudi

03.04.2019

Sorrentino,
il Breno ha un
Oro a 17 carati

Daniele Sorrentino, classe 1997
Daniele Sorrentino, classe 1997

Secondo la proprietà commutativa dell’addizione cambiando l’ordine degli addendi il risultato finale resta lo stesso. Un principio che si sposa perfettamente con la straordinaria, seppur molto giovane, carriera di Daniele Sorrentino. Il bomber classe 1997 in forza al Breno ha già alle spalle un quantitativo importante di gol (80) considerando anche le precedenti esperienze con Asola e Montichiari.

LA SCORSA ESTATE è stato scelto dalla storica società camuna, e dal direttore sportivo Enrico Dalè, per spingere i granata sempre più in alto. E lui, puntando su talento, qualità e un impegno costante, ha saputo rispondere in maniera impeccabile. Così, dopo i 19 gol realizzati nello scorso campionato di Promozione, sono arrivate già 17 perle nell’attuale stagione di Eccellenza. Come a dire che Daniele Sorrentino non ha sofferto per nulla il salto di categoria. Numeri importanti che lo hanno consacrato non solo nel palcoscenico della sua categoria di appartenenza, ma anche all’interno della corsa per il Pallone d’Oro. «È un premio molto importante e al quale penso, però credo che in corsa per la vittoria ci siano nomi più importanti del mio - analizza il giovane centravanti del Breno -. Penso ai vari Bardelloni, Triglia e Sodinha, ma ammetto che essere qui insieme a loro mi fa molto piacere». L’obiettivo? «Sarebbe bello poter arrivare in fondo a questo Pallone d’Oro il più vicino possibile a questi grandi giocatori. A tale proposito vorrei ringraziare tutte le persone che mi stanno sostenendo e aiutando per la classifica e, in particolare, il direttore sportivo Paolo Valloncini per le belle parole che ha avuto nei mie riguardi». Se il premio dorato di Bresciaoggi rappresenta il traguardo da provare a raggiungere nel medio termine, i play-off sono il primo pensiero che passa nella testa di Daniele Sorrentino. «Domenica abbiamo vinto una partita importante e sono stato molto felice di aver contribuito alla vittoria del Breno con tre gol - racconta Sorrentino -. Adesso ci mancano solo tre partite e vogliamo provare a raggiungere la miglior posizione possibile per giocare in casa almeno la semifinale».

IL RITORNELLO, imparato a memoria dai giocatori granata, recita nell’ordine Orceana, Governolese e Telgate. «Tre sfide importante e difficili, a partire dal derby con l’Orceana, squadra che sta giocando per salvarsi. Poi avremo due importanti scontri diretti». Sulla sua stagione. «Non posso che ritenermi molto soddisfatto, anche se adesso arriva la parte più difficile: vorrei aiutare la squadra a raggiungere il proprio traguardo. E se poi dovessi segnare ancora altri gol sarei ancora più felice».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Maffessoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
10
Virtus Entella
10
Ascoli
9
Pisa
8
Perugia
8
Empoli
8
Pescara
7
Pordenone
6
Salernitana
6
Cremonese
6
Chievoverona
5
Crotone
5
Spezia
4
Venezia
4
Frosinone
4
Livorno
3
Cittadella
3
Cosenza
1
Juve Stabia
1
Trapani
0
Benevento - Cosenza
1-0
Chievoverona - Pisa
2-2
Cremonese - Crotone
2-1
Empoli - Cittadella
1-0
Frosinone - Venezia
1-1
Juve Stabia - Ascoli
1-5
Livorno - Pordenone
2-1
Pescara - Virtus Entella
1-1
Spezia - Perugia
2-2
Trapani - Salernitana