16 settembre 2019

Sport

Chiudi

20.04.2019

«Dieci anni da urlo E spero proprio di rifare l’Eurocup»

Graziella Bragaglio, presidentessa e simbolo del Basket Brescia
Graziella Bragaglio, presidentessa e simbolo del Basket Brescia

È sicuramente dal primo giorno il simbolo di questa società: la leonessa del basket Brescia non può che essere Graziella Bragaglio, abituata com’è stata da sempre a tirar fuori gli artigli. Prima donna a ricoprire la carica di presidente di una lega (Lnp) nazionale legata al basket, si gode il momento e ripensa a questa decade e a tutto quello che è successo. E, naturalmente, che succederà. Presidentessa Bragaglio, è stata proprio un’avventura? Parliamone al presente, tutti i giorni lo è. È qualcosa di incredibile, che ci regala nuove sfide e nuovi traguardi quotidianamente. Cartoline (o fotografie) prima di spegnere le candeline? Una marea. Ma ai primissimi posti c’è il giorno in cui dal notaio abbiamo firmato per costituire questa società. Di quel momento cosa ricorda con maggiore trasporto? Il grandissimo entusiasmo. E Ario Costa: se non avesse spinto lui per portare il titolo a Brescia dopo la fusione tra Vanoli e Juvi, non so se saremmo approdati qua. Sembra quasi un film: si può intitolare dai 500 del San Filippo ai 5000 del PalaLeonessa? Sì: è veramente un film da raccontare la storia della nostra squadra. E credo che quella sera in cui in 500 vennero a vedere, nessuno avrebbe pensato di mai di veder sorgere il nuovo palasport in città. E di questo film quali sono le scene migliori? Il caldo atroce con Pistoia al San Filippo nella serie di finale playoff 2012-3, la promozione con Trapani in A2 del maggio 2011, le gare-5 dei play.off che ci hanno portato in serie A, il trasloco a Cremona e quello a Verona per indisponibilità del nostro palazzetto. La cosa più bella in 10 anni? Abbiamo coinvolto con passione ed entusiasmo Brescia e i bresciani dando una nuova casa alla pallacanestro. C’è qualcuno dei suoi giocatori che più di altro ha incarnato lo spirito della Leonessa? Franko Bushati, che tra l’altro è appena diventato papà di Mark: complimenti! Siamo dello stesso segno zodiacale, non so se c’entra. Ma quando penso a chi ha dato tutto per questa maglia, anche infortunato, alla grinta e alla tenacia, che poi sono le nostre caratteristiche, penso a lui. Rispecchia le nostre peculiarità. La scommessa vinta in questi 10 anni? Aver puntato su Andrea Diana: dalla A2 ci ha portato in Europa. Si è arrivati fino all’Eurocup: a proposito, ci volete provare ancora? Entro il 30 aprile possiamo presentare domanda di partecipazione, anche se non abbiamo titoli sportivi: lo faremo comunque, sperando in una wild card. È stato un percorso bellissimo contro avversari di qualità. Da Andorra ad Istanbul : mi piacerebbe tanto poterlo rifare.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Virtus Entella
9
Pisa
7
Perugia
7
Ascoli
6
Salernitana
6
Pordenone
6
Pescara
6
Empoli
5
Crotone
5
Benevento
4
Chievoverona
4
Spezia
3
Venezia
3
Cremonese
3
Frosinone
3
Cittadella
3
Cosenza
1
Juve Stabia
1
Livorno
0
Trapani
0
Ascoli - Livorno
2-0
Cittadella - Trapani
2-0
Cosenza - Pescara
1-2
Crotone - Empoli
0-0
Perugia - Juve Stabia
0-0
Pisa - Cremonese
4-1
Pordenone - Spezia
1-0
Salernitana - Benevento
Venezia - Chievoverona
0-2
Virtus Entella - Frosinone
1-0