23 settembre 2019

Sport

Chiudi

19.04.2019

Germani-Milano,
un intrigante
incrocio di ex

David Moss, 35 anni, al tiro nella gara di andata contro Milano il giorno di Natale: Brescia perse per 87-75Christian Bruns, 33 anni: ha giocato a Brescia nel 2016-17
David Moss, 35 anni, al tiro nella gara di andata contro Milano il giorno di Natale: Brescia perse per 87-75Christian Bruns, 33 anni: ha giocato a Brescia nel 2016-17

Non è una partita come tutte le altre, Brescia-Milano. Non lo è mai stata, soprattutto per chi è legato ai colori biancazzurri della Leonessa oggi, della Cidneo tanti anni fa. Lo ricordano bene i tifosi che il 18 aprile 1982 invasero il vecchio palazzone di San Siro per la più grande delusione della storia del basket bresciano, quella gara-3 dei quarti di finale play-off persa per 72-66 con un arbitraggio palesemente casalingo. Lo ricordano ancora meglio i 2000 che lo scorso anno videro al Forum la vittoria di gara-1 di semifinale, bella quanto inattesa e non sperata alla vigilia: il momento più alto di sempre della pallacanestro bresciana, il sogno fantastico di una realtà che si risvegliò bruscamente dopo le successive 3 sconfitte. E che da allora non ha ripreso quel cammino fantastico. DOMANI SERA (contesa alle 20,30) ci sarà una sorta di ritorno al futuro, in una partita spartiacque in cui la Leonessa vorrebbe provare a vincere più per una questione di orgoglio, che per la necessità di fare punti in chiave play-off. Non sarà una partita come le altre per David Moss, Awudu Abass e Luca Vitali, ex di turno. Moss ha vinto il suo ultimo scudetto in canotta biancorossa, vive ancora oggi tra Brescia e Milano e non è chiaro se abbia perdonato all’Olimpia il mancato rinnovo nella stagione dopo lo scudetto. Abass viene proprio dall’esperienza milanese e a Brescia è tornato il giocatore protagonista che all’Olimpia si era perso. Vitali a Milano è arrivato presto, a 22 anni, in un ambiente che sotto tanti aspetti sa essere devastante e che non guarda in faccia a nessuno. Difficile pensare che qualcuno degli ex cerchi vendette, ma è chiaro che le motivazioni per fare bene in questi casi aumentano. Dall’altra parte del parquet ci sarà Christian Burns, che con la maglia di Brescia è stato riscoperto dal basket di casa nostra, al punto da essere diventato italiano a tutti gli effetti, aver vestito la maglia della Nazionale e, a discapito di un minutaggio non altissimo, giocatore chiave in fase di mercato. Non è e non sarà una partita come le altre anche per Matteo Bonetti, il patron biancazzurro che festeggerà 10 stagioni in quello che è stato un susseguirsi di emozioni, tra sorprese vincenti (tante) e delusioni cocenti (poche e molto concentrate). E ANCHE l’atmosfera sugli spalti sarà particolare, per diversi motivi: società e Ubi Banca, sponsor della partita, hanno pensato a tutto pur di rendere indimenticabile l’esperienza di domani. Dalle 5.000 magliette commemorative alla coreografia con i cartoncini che costituiranno la coreografia, ai giochi tramite App per i tifosi. Che per il momento hanno risposto freddamente: la giornata biancoblù fuori abbonamento non ha accontentato tanti sostenitori, senza considerare che la vigilia di Pasqua cade all’inizio di una serie ininterrotta di ponti. Ma chi ci sarà (i tifosi delle due curve hanno deciso di cantare l’inno di Mameli dopo che verrà eseguita la marsigliese, scelta di Lega e Federazione per dimostrare vicinanza al popolo francese dopo l’incendio l’incendio della cattedrale di Notre-Dame) vivrà sicuramente una partita intensa, il classico Davide contro Golia, che in più di un’occasione ha visto Brescia uscire felice e vincente. No, il derby tra Brescia e Milano non è una partita come le altre, anche quando (apparentemente) in palio non c’è nulla. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Banzola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
10
Virtus Entella
10
Ascoli
9
Salernitana
9
Pisa
8
Perugia
8
Empoli
8
Pescara
7
Pordenone
6
Cremonese
6
Chievoverona
5
Crotone
5
Spezia
4
Venezia
4
Frosinone
4
Livorno
3
Cittadella
3
Cosenza
1
Juve Stabia
1
Trapani
0
Benevento - Cosenza
1-0
Chievoverona - Pisa
2-2
Cremonese - Crotone
2-1
Empoli - Cittadella
1-0
Frosinone - Venezia
1-1
Juve Stabia - Ascoli
1-5
Livorno - Pordenone
2-1
Pescara - Virtus Entella
1-1
Spezia - Perugia
2-2
Trapani - Salernitana
0-1