24 maggio 2019

Sport

Chiudi

16.05.2019

Scariolo porta
il nome di Brescia
al top nell’Nba

Sergio Scariolo, 58 anni: da questa stagione è nello staff di coach Nick Nurse nei Toronto Raptors
Sergio Scariolo, 58 anni: da questa stagione è nello staff di coach Nick Nurse nei Toronto Raptors

Un canestro pazzesco quanto irreale: è quello del 92-90 con cui i Toronto Raptors si sono qualificati alla finale di Conference dove ieri notte hanno affrontato i Bucks di Milwaukee. Una magia, quella di Kawhi Leonard, che ha fatto impazzire una città intera: non solo il pubblico dell’Air Canada Arena, ma tutti i tifosi dei Raptors radunati davanti ai megaschermi e che su quel rimbalzo quanto meno singolare dopo un tiro in equilibrio precario sulla sirena, hanno visto spalancarsi le porte di una finale di Conference, raggiunta per la seconda volta nella storia del club canadese.

 

IN PANCHINA a esultare c’era anche un volto molto conosciuto dalle nostre parti, quello di Sergio Scariolo: l’allenatore bresciano più vincente di ogni tempo siede dall’estate scorsa sulla panchina dei canadesi affiancando coach Nick Nurse e il suo staff tecnico. Un risultato, quello ottenuto da Toronto, importante, ma che di per sé non vuol dire ancora niente, anche se l’esaltazione al canestro di Leonard è stata fantastica. Ed effimera, come spiega Scariolo: «Mezz’ora dopo la sirena di gara-7 con Portland stavo già pensando alle finali di Conference e a come prepararle». Chiamarle soddisfazioni, sembra comunque riduttivo: «È stata una stagione fantastica: ho lavorato tanto, ma mi sono anche divertito molto ed è stato un anno di maturazione profonda. Adesso viene anche la parte più stimolante: queste finali saranno prettamente tattiche». È il pane quotidiano di Scariolo, il cui impatto con il mondo Nba non è stato eccessivamente ostile: «Non è stato facile, comunque: c’è voluto un attimo. Qui però ho trovato un livello superiore. Non è solo una questione di disponibilità economica, ma di cura estrema di tutti i dettagli. Di ogni singolo dettaglio: è una palestra, in tutte le sue sfaccettature. Anche nei rapporti con le stelle di questo sport». Dagli States all’Europa: cos’ha visto quest’anno di particolare coach Scariolo? «Migliaia di partite e adesso attendo di vedere la F4 di Eurolega». Ma il ct della Spagna ha qualche titubanza sul livello del gioco del vecchio continente: «Ho letto un’intervista ad Obradovic, il coach del Fenerbahçe di Istanbul, che si lamentava di come in Turchia, che è un campionato ricco a livello di risorse, la qualità vada scemando. È un problema che attanaglia tutta l’Europa». Italia inclusa: «Chiariamoci: credo che allenatori come Vitucci a Brindisi, Dalmasson a Trieste, Caja a Varese e Sacchetti a Cremona e con la Nazionale italiana abbiano fatto un lavoro favoloso. E sono molto contento per loro, ma non facciamoci illusioni. Il campionato italiano fatica a migliorarsi e la classifica, nelle posizioni più alte, ne è dimostrazione».

 

IL CAMPIONATO della Germani non ha riservato le soddisfazioni che il pubblico delPalaLeonessa si aspettava: «Lo avevo commentato a fine agosto che non sarebbe stato un campionato facile - sostiene Scariolo -: c’è da riconoscere il fatto che aldilà dei tanti infortuni, Brescia non ha mai mollato e che alla fine i play-off erano alla portata. Ciclicamente una stagione come quella appena vissuta ci può anche stare. La Leonessa era in rampa di lancio da molto tempo. Adesso, però, non si faccia la parte di quelli che gettano via il bambino con l’acqua sporca. Brescia deve sedersi, analizzare e riflettere su tutto quello che non ha funzionato». A Brescia intanto questi sono giorni di festa: c’è la 1000 Miglia. E Scariolo non ha dimenticato la Freccia Rossa: «Ho ricordi della bellezza di Piazza Vittoria nei giorni della punzonatura - le sue parole -: ero un ragazzo e papà Cesare mi portava sia lì che in viale Venezia alla partenza. Brescia non era come è oggi: c’erano pochi eventi a ravvivare la città e ovviamente sono ricordi che porto sempre nel cuore».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Banzola
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
67
Lecce
66
Palermo
63
Benevento
60
Pescara
55
Hellas Verona
52
Cittadella
51
Spezia
51
Perugia
50
Cremonese
49
Cosenza
46
Crotone
43
Ascoli
43
Livorno
39
Venezia
38
Salernitana
38
Foggia
37
Padova
31
Carpi
29
Brescia - Benevento
2-3
Carpi - Venezia
2-3
Crotone - Ascoli
3-0
Hellas Verona - Foggia
2-1
Lecce - Spezia
2-1
Padova - Livorno
1-1
Palermo - Cittadella
2-2
Perugia - Cremonese
3-1
Pescara - Salernitana
2-0
Cosenza - [ha Riposato]