13 agosto 2020

Sport

Chiudi

06.12.2019

A confronto le squadre peggiori: il colpaccio può valere la svolta

Andrea Cistana e, sullo sfondo, Jhon Chancellor: i centrali di un Brescia che vuol smettere di subire reti
Andrea Cistana e, sullo sfondo, Jhon Chancellor: i centrali di un Brescia che vuol smettere di subire reti

Peggio di così, non si muore ma si retrocede. Peggio di così, qualcuno non farà: nel confronto diretto, giocoforza, una delle squadre migliorerà i suoi numeri fin qui terrificanti. Domenica a Ferrara va in scena la sfida fra le ultime. Spal-Brescia: il duello tra i campioni di ciapanò di questo torneo di Serie A, che però non è giunto nemmeno al giro di boa. Dunque cambiare si può (ancora). Il Brescia può cercare il terzo colpaccio della sua stagione, dopo quelli che avevano illuso in avvio conquistati sui campi di Cagliari e Udine, contro il club più sconfitto nell’anno solare. Nessuno ha perso più della Spal nel 2019: 17 le battute d’arresto. Così male soltanto la Sampdoria, rigenerata di recente dalla cura-Ranieri. LE STATISTICHE Opta ricordano che questa è la peggior partenza in termini di punti della Spal in Serie A. Nove i punti fin qui collezionati dagli emiliani, come nella stagione 1954/55 (tenuto conto del fatto che allora la vittoria pagava 2 punti e non 3). Penultima in graduatoria, la formazione allenata da Leonardo Semplici detiene anche record negativi come quello delle reti subite da fuori area: ben 8 finora. La riprova di quanto quest’anno il suo rendimento sia inferiore rispetto allo scorso torneo, quando alla fine arrivò una meritata salvezza. In tutto il 2018/19 i gol incassati dalla distanza erano invece stati 6. Come se non bastasse, la Spal è l’unica squadra che non ha ancora segnato di testa nel campionato in corso. Nemmeno un’incornata vincente. Invece di colpi testa ne ha subiti parecchi: 6, primato negativo condiviso, guarda caso!, proprio con il Brescia. Che arriva in Emilia con l’obiettivo di uscire da queste graduatorie, di scrollarsi di dosso tutti i record scoraggianti che lo vedono adesso in prima fila. Il Brescia è uscito sconfitto 10 volte in questo campionato; un ruolino di marcia da incubo, tendenza da invertire in fretta soprattutto guardando al passato, che qualcosa insegna sempre. In Serie A 13 delle 14 squadre che hanno perso almeno altrettante gare dopo 13 partite stagionali poi sono retrocesse. Una sola eccezione: il Crotone nel 2016/17, sotto la guida di Davide Nicola, ha ottenuto una salvezza storica. La serie-no del Brescia è il maggior motivo di preoccupazione. Da 6 giornate per le biancazzurre sono sempre e soltanto sconfitte. Il record di 7 di fila in Serie A per la Leonessa è datato 1997, e in quel campionato maturò il primato di 16 sconfitte consecutive nel massimo campionato. Alla fine, naturalmente, fu retrocessione. PREPARANDOSI alla trasferta di Ferrara, non sono un invito al pensiero positivo nemmeno i precedenti nei confronti diretti. Le sei partite fra Spal e Brescia in Serie A si sono giocate negli anni ’60: due le vittorie emiliane, una quella bresciana, con tre pareggi. Favorita, in fin dei conti, è la Spal, che ha vinto 7 delle ultime 10 gare contro squadre neopromosse in A (con 1 pareggio e 2 sconfitte). Ma dopodomani si riparte da zero (a zero): per il Corini-bis è l’occasione di riprendere a correre verso un traguardo chiamato salvezza lontano, ma non irraggiungibile. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
86
Crotone
68
Spezia
61
Pordenone
58
Cittadella
58
Chievoverona
56
Pisa
54
Frosinone
54
Empoli
54
Salernitana
52
Venezia
50
Cremonese
49
Virtus Entella
48
Trapani
48
Cosenza
46
Ascoli
46
Pescara
45
Perugia
45
Juve Stabia
41
Livorno
21
Ascoli - Benevento
2-4
Chievoverona - Pescara
1-0
Cosenza - Juve Stabia
3-1
Cremonese - Pordenone
2-2
Frosinone - Pisa
1-1
Livorno - Empoli
0-2
Salernitana - Spezia
1-2
Trapani - Crotone
2-0
Venezia - Perugia
3-1
Virtus Entella - Cittadella
2-3