15 settembre 2019

Sport

Chiudi

22.03.2019

Attenti a quei due: il loro fu grande calcio

Corioni e Gozio insieme nello spogliatoio dell’Ospitaletto che fu
Corioni e Gozio insieme nello spogliatoio dell’Ospitaletto che fu

Due giganti del calcio bresciano, ospitalettese in particolare, verranno celebrati oggi dai loro conterranei: il sindaco di Ospitaletto Giovanbattista Sarnico e l’attuale presidente del club arancione Giuseppe Taini, insieme alla cittadinanza, ricorderanno i successi conseguiti da Gino Corioni e Federico Gozio. Ai quali verrà intestato lo stadio e l’antistadio. Il Comune all’unanimità ha deciso di ricordarli con due targhe che verranno scoperte nell’intervallo di Brescia-Lugano. alle 15.45. Gino e Federico hanno davvero fatto grande il calcio ospitalettese, esportando il nome della cittadina in tutta Italia. Plaudiamo quindi a questa iniziativa, che intende ricordare ai più giovani l’esemplare comportamento tenuto dai due dirigenti. I quali hanno camminato a braccetto per tanti anni. Solo nei mesi estivi amavano scontrarsi ai tornei notturni, dove spesso la squadra operaia di Federico Gozio dava la paga a quella dei big di Gino Corioni. Gino è arrivato all’Ospitaletto verso al fine degli anni ’60 sulla scia del grande amico Mario Marchina. In una estate bollente, che più bollente non si può, nella sala biliardo del bar-trattoria Guglielmo in piazza Roma venne convocata un’assemblea straordinaria; Mario Bertoli, da anni factotum con i vari Giulio Ferrari, Renzo Danesi, Valentino Morandi e Emilio Monteverdi, passò la mano al termine di una serata burrascosa. La squadra era precipitata in seconda categoria. Ma venne ripescata. Un segno del destino. Di fatto è come se fosse stata la prima promozione del Pres. Federico Gozio è arrivato a rimorchio di Gino Corioni, ma in precedenza era già stato dirigente del club arancione. Prima del suo primo impegno dirigenziale è stato apprezzato arbitro, e solo dopo alcune stagioni passate con il fischietto in bocca sui rettangoli verdi di tutta la Lombardia, decise di tornare all’ovile, su pressione di papà Mattia. Lui non voleva perché amava giocare a biliardo e spesso si affermava anche in manifestazioni di grossa caratura. Ma la passione per il calcio l’ha riportato nel suo habitat naturale. Gino e Fede hanno fatto così grande l’Ospitaletto, talmente grande, che in tribuna erano spesso superiori i talent-scout dei paganti. Un festival degli addetti ai lavori presenti allo stadio, per gustare calcio da urlo. La storia testimonia la bontà del loro impegno dirigenziale insieme ad alcuni amici, la maggior parte dei quali però strada facendo si è dileguata. Loro sono invece rimasti al loro posto. E quando Gino Corioni è approdato a Bologna, alla presidenza è stato eletto Federico Gozio. Quanta strada hanno fatto insieme questi due giganti del calcio locale. Dalla seconda categoria sono approdati in C2 e per due volte hanno ottenuto la promozione nella categoria superiore. Un paese di poco più di diecimila abitanti opposto a capoluoghi di provincia, spesso costretti ad abbassare la testa. È una favola che come tale rimarrà scolpita a caratteri cubitali nei cuori di tutti gli sportivi ospitalettesi. E da oggi i loro nomi appariranno all’ingresso dello stadio e dell’antistadio, reduci da un maquillage fantastico. L’avventura del Gino e di Fede è partita proprio da quello che oggi è l’antistadio, sul campo comunale dove è stata scritta la prima parte della favola. Quasi irripetibile, perché ricca di contenuti umani e sportivi da sogno. E non è un caso che entrambi siano stati straordinari mariti e padri e imprenditori di grido. Due persone fantastiche i cui nomi perennemente verranno ricordati da giocatori e tifosi. Grazie Gino, grazie Federico. E grazie all’Amministrazione comunale che ha avuto questa intuizione.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Virtus Entella
9
Perugia
7
Ascoli
6
Salernitana
6
Pordenone
6
Benevento
4
Pisa
4
Chievoverona
4
Empoli
4
Crotone
4
Spezia
3
Pescara
3
Cremonese
3
Venezia
3
Frosinone
3
Cittadella
3
Cosenza
1
Juve Stabia
1
Livorno
0
Trapani
0
Ascoli - Livorno
2-0
Cittadella - Trapani
2-0
Cosenza - Pescara
Crotone - Empoli
Perugia - Juve Stabia
0-0
Pisa - Cremonese
Pordenone - Spezia
1-0
Salernitana - Benevento
Venezia - Chievoverona
0-2
Virtus Entella - Frosinone
1-0