23 gennaio 2020

Sport

Chiudi

05.12.2019

Balotelli o Donnarumma? Corsa aperta

Ernesto Torregrossa e Alfredo Donnarumma: il tandem che ha trascinato il Brescia in A a suon di gol
Ernesto Torregrossa e Alfredo Donnarumma: il tandem che ha trascinato il Brescia in A a suon di gol

Balotelli o Donnarumma? Bisoli o Ndoj? Martella o Mateju? Romulo o Spalek? Joronen o Alfonso? Soprattutto: 4-3-1-2 o 3-5-2? Il Brescia si prepara alla sfida di Ferrara con la Spal giocando al gioco delle coppie. Gli unici a non avere un doppione, e quindi a non essere in discussione, sono Sabelli, Tonali, Cistana, Chancellor e Torregrossa. Difficile che Semprini, Viviani, Mangraviti, Gastaldello e Ayé possano soffiargli il posto da qui a domenica. La loro titolarità, per motivi diversi, non dovrebbe essere in dubbio e di conseguenza i prossimi giorni dovrebbero essere in discesa per tutti quanti. Per gli altri, invece, il discorso è ben diverso. Tutti sono sulla corda, candidati ad una maglia che per ovvi motivi numerici non potrà finire sulla schiena di ciascuno. Ci saranno delle esclusioni, ma al momento è ancora difficile capire quali. La priorità di Corini, non ancora del tutto risolta, è stabilire il sistema di gioco. Il resto verrà di conseguenza. Nei primi due giorni d’allenamento (seduta singola martedì, doppia ieri) l’allenatore ha tenuto buoni entrambi gli assetti proposti fin qui in campionato. L’idea di riproporre il 4-3-1-2 è la più coerente con le qualità e la storia recente della squadra. Da capire se l’interpretazione debba essere quella vista a Roma, con Romulo inserito nella linea dei centrocampisti in fase difensiva per il passaggio a un classico 4-4-2, o quella della Serie B con il finto trequartista sempre sfalsato tra le linee ma attivo nel pressing e nel recupero di palla. Il pensiero tattico alternativo riguarda il 3-5-2, un sistema che non ha portato grandi risultati contro squadre che giocano allo stesso modo (0 punti su 9 giocando a specchio) ma potrebbe essere rispolverato per provare a battere la Spal sugli uno contro uno. L’IMPRESSIONE è che il punto fermo di tutti i discorsi tattici sia l’impiego di Torregrossa, in questo momento l’unico attaccante in grado di mantenere l’equilibrio. Il resto girerà attorno a lui, con o senza Balotelli e Donnarumma. Possibile, per non dire quasi certo, il ritorno dal primo minuto di Bisoli come mezz’ala destra, con Ndoj suo omologo a sinistra e Romulo sulla trequarti. In caso di difesa a 3, invece, ci sarebbe ancora spazio per Mangraviti, con il sacrificio del trequartista. Ma ci sono ancora allenamenti e tutto può succedere. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
47
Pordenone
35
Crotone
31
Virtus Entella
30
Cittadella
30
Chievoverona
29
Salernitana
29
Frosinone
28
Ascoli
27
Perugia
27
Juve Stabia
27
Pescara
26
Spezia
25
Pisa
25
Venezia
23
Empoli
23
Cremonese
22
Cosenza
20
Trapani
18
Livorno
13
Benevento - Pisa
1-1
Chievoverona - Perugia
2-0
Cosenza - Crotone
Cremonese - Venezia
0-0
Frosinone - Pordenone
2-2
Juve Stabia - Empoli
1-0
Livorno - Virtus Entella
4-4
Pescara - Salernitana
1-2
Spezia - Cittadella
1-1
Trapani - Ascoli
3-1