16 settembre 2019

Sport

Chiudi

21.08.2019

«Balotelli tra i
migliori attaccanti:
bravo Brescia»

Cesare Prandelli e Mario Balotelli insieme durante la Coppa del Mondo in Brasile nel 2014
Cesare Prandelli e Mario Balotelli insieme durante la Coppa del Mondo in Brasile nel 2014

Ventotto giugno 2012. Mario Balotelli stende la Germania a Varsavia con una doppietta e regala la finale dell’Europeo agli azzurri. Una bella ItalBrescia alla quale è mancata solo la ciliegina sulla torta. Il titolo continentale prenderà la strada della Spagna, ma senza cancellare il grande legame tra Super Mario, all’epoca «under» (a livello anagrafico) tra i «big», e Cesare Prandelli. L’ALLENATORE che forse più di tutti ha creduto nelle potenzialità del talento bresciano. «Contro tutto e contro tutti - ricorda il tecnico originario di Orzinuovi -. E non sono pentito, perché reputo tuttora Mario uno degli attaccanti più forti in circolazione». Parole importanti che sanno di investitura. E che faranno sicuramente sorridere l’attaccante nel quale tutti i tifosi biancazzurri ripongono grandi speranze. Insieme c’è da costruire un lungo percorso in una serie A che ai bresciani (e al Brescia) mancava dalla stagione 2010/11 per raggiungere la salvezza. Il premio potrebbe essere un gradito ritorno in nazionale in vista del prossimo campionato Europeo. Sulla perfetta riuscita di un’operazione che ha tutte le carte in regola per proclamarsi vincente potrebbe pesare in maniera determinante la volontà del giocatore. «Partiamo proprio da questo aspetto - puntualizza Prandelli -. Balotelli aveva altre offerte più vantaggiose dal punto di vista economico ma non ha esitato un attimo quando c’è stata la possibilità di giocare per il Brescia. È un segnale inequivocabile di come ci sia del sentimento. Una scelta emotiva molto importante». E che potrebbe finalmente consacrarlo non solo per le grandi doti tecniche e fisiche (indiscutibili), ma anche sotto l’aspetto della continuità. «Brescia può essere la squadra ideale sotto questo punto di vista. Mi auguro che possa far vedere tutto il suo talento ed essere protagonista positivo in ogni partita». Un’operazione di mercato nella quale in pochi avrebbero creduto anche a promozione acquisita, ma che ha dimostrato di fatto le grandi ambizioni di Massimo Cellino. «È un presidente che sa fare calcio e che è abituato a creare squadre con grandi giocatori. Il suo arrivo a Brescia è molto importante, soprattutto da un punto di vista dell’immagine». La stessa che Super Mario dovrà cercare di cambiare anche agli occhi dei più scettici. Per dimostrare che il «bad boy» dipinto ai tempi di Manchester è solo un lontano ricordo. «Sono sempre gli atteggiamenti a delineare l’immagine di una persona, ma posso assicurare che Mario è un bravissimo ragazzo. Ora è diventato grande, è adulto». Ed è maturato diventando anche papà. «Lo volete sapere qual è il ricordo più bello che ho di lui - prosegue Prandelli -? Una sua telefonata dai contorni extracalcistici che mi fece quando ebbe la prima figlia. Mi chiamò una sera e si parlò del rapporto padre-figlio». SU CORINI. «Non ho alcun consiglio da dargli sulla gestione di Mario, non ne ha bisogno. Ogni persona instaura un tipo di rapporto personale. Deve solo essere sé stesso e continuare a fare quanto portato avanti lo scorso anno». E il Brescia? «Quando arrivi da un campionato vinto e dalla serie B la compattezza del gruppo può rivelarsi determinante per sopperire al dislivello tecnico». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Maffessoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Virtus Entella
9
Pisa
7
Perugia
7
Ascoli
6
Salernitana
6
Pordenone
6
Pescara
6
Empoli
5
Crotone
5
Benevento
4
Chievoverona
4
Spezia
3
Venezia
3
Cremonese
3
Frosinone
3
Cittadella
3
Cosenza
1
Juve Stabia
1
Livorno
0
Trapani
0
Ascoli - Livorno
2-0
Cittadella - Trapani
2-0
Cosenza - Pescara
1-2
Crotone - Empoli
0-0
Perugia - Juve Stabia
0-0
Pisa - Cremonese
4-1
Pordenone - Spezia
1-0
Salernitana - Benevento
Venezia - Chievoverona
0-2
Virtus Entella - Frosinone
1-0