02 luglio 2020

Sport

Chiudi

29.06.2020 Tags: Brescia Calcio

Ben 11 rigori contro come nessuno in «A»

L’arbitro Irrati di Pistoia in Brescia-Genoa: direzione contestata
L’arbitro Irrati di Pistoia in Brescia-Genoa: direzione contestata

Alberto Armanini Rigore sì? Rigore no? Var sì? Var no? Da sabato pomeriggio non si parla d’altro. Diego Lopez ha dato il suo contributo al dibattito dicendo che gli errori di Irrati sono stati due: giudicare da rigore lo scontro Papetti-Romero e non andare a rivedere le immagini. Luca Marelli, ex arbitro di Serie A, oggi autore di un blog che analizza gli episodi discussi del campionato, un guru della materia, gli ha dato ragione riguardo alla prima valutazione («non vedo nemmeno un abbozzo di irregolarità») ma torto per la questione Var: «Irrati era ben posizionato, ha visto quel che è accaduto e Rocchi, arbitro Var, non poteva far altro che chiudere il check, dato che l’entità del contatto è prerogativa unicamente dell’arbitro. Se Rocchi avesse ugualmente chiamato Irrati a rivedere un episodio che aveva già valutato, avrebbe infranto il protocollo». È la differenza tra Var e moviola, anche se in molti - addetti ai lavori compresi - sembrano non saperlo. Giusta o sbagliata, la doppia decisione ha portato il Genoa al 2° posto in Serie A per rigori a favore. Il primato resta ancora della Lazio, che nella serata di sabato lo ha ritoccato al rialzo (anche qui non senza polemiche), portandolo a quota 15 i rigori, di cui 12 segnati. Al 2° posto, appunto, c’è il Genoa, salito a 13: 10 quelli realizzati, 3 quelli falliti. Terzo gradino del podio per l’insospettabile Lecce, con 10 rigori ricevuti (e 8 segnati) affiancato dalla Juventus (10 su 10). Il Brescia, al contrario, è terzultimo con soli 3 rigori ricevuti (tutti realizzati) al pari del Napoli. In coda ci sono il Parma (2 a favore, 0 gol) e l’Udinese (0 a favore). Certo, il modo in cui il Brescia presidia i 16 metri avversari non può far gridare al complotto: se in area non ci entri quasi mai non puoi pretendere che arrivino rigori a grappoli. Dispiace il numero di rigori contro: 11. In questa triste classifica il Brescia è primo davanti al Lecce (9), al quartetto Udinese-Torino-Juventus-Sassuolo (8). Troppe sviste difensive? Troppi errori degli arbitri? Protocollo Var da rivedere? Ai posteri l’ardua sentenza. Ma la via della salvezza passa anche da un’attenta valutazione degli alibi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
76
Crotone
52
Cittadella
52
Spezia
50
Pordenone
49
Frosinone
48
Chievoverona
45
Salernitana
44
Pisa
43
Empoli
42
Virtus Entella
41
Perugia
40
Venezia
39
Pescara
39
Juve Stabia
36
Cremonese
34
Ascoli
33
Cosenza
31
Trapani
30
Livorno
21
Ascoli - Crotone
1-1
Benevento - Juve Stabia
1-0
Chievoverona - Frosinone
2-0
Cittadella - Perugia
2-0
Cosenza - Trapani
2-2
Livorno - Venezia
0-2
Pescara - Empoli
1-1
Pordenone - Virtus Entella
2-0
Salernitana - Cremonese
3-3
Spezia - Pisa
1-2