26 aprile 2019

Sport

Chiudi

28.09.2017

Bisoli, scelta di cuore
«Tiferò per il Brescia
So che può farcela»

Pierpaolo Bisoli: applausi con grinta, da Padova, al nuovo corso biancazzurro targato Cellino
Pierpaolo Bisoli: applausi con grinta, da Padova, al nuovo corso biancazzurro targato Cellino

Di solito come succede? Semplice. Il doppio ex dice che vuole bene a tutti, augura il meglio a tutti, e «chissà mai che esca un buon pareggio». Questo anche quando, 9 volte su 10 (999 su 1000) in realtà si tifa, eccome, per Tizio piuttosto di Caio. Buonismo, che come tutti gli -ismi è un po’ un contagio (da evitare, sarebbe). Problema che non tocca e nemmeno sfiora Pierpaolo Bisoli. Che ha giocato nel Brescia, giocato nel, e allenato il, Perugia, ma fra questi due amori sa scegliere. E lo dice.

«Farò il tifo per il Brescia, onestamente - riconosce l’allenatore del Padova -. Spero che il Perugia disputi la miglior stagione possibile, ma in questo confronto auspico un successo biancazzurro».

Normale, sperare nel successo di una squadra in cui milita tuo figlio. E se Pierpaolo da mediano nerboruto era stato una colonna del Brescia di Baggio & Mazzone, in Serie A, il suo erede Dimitri del Brescia attuale è la stella riconosciuta, insieme a capitan Caracciolo. Fresco, non a caso, di un rinnovo contrattuale che l’ha blindato. Una delle prime mosse forti dell’era Cellino. Altra cosa rispetto al gennaio scorso, quando Bisoli junior sotto la gestione precedente ha rischiato seriamente di essere ceduto.

«Sono contento, davvero, che mio figlio abbia avuto una proposta del genere, si sia legato al Brescia che ha dimostrato di credere tanto in lui», sottolinea Pierpaolo, con legittimo orgoglio. Anche perché un anno e mezzo fa in suo figlio sembrava credere soltanto lui. Aveva ragione: oggi Dimitri è sul taccuino di mezza Serie A.

«MA NON TIFO Brescia solo per mio figlio - assicura Bisoli senior -. Dimitri ha trovato quest’anno un presidente ambizioso come Massimo Cellino. Lo conosco bene sia da giocatore che da allenatore, dai tempi del Cagliari. La società bresciana ha adesso un patron importante. Molto bene. Sicuramente starò più dalla parte biancazzurra, per mio figlio, per Cellino, per i ricordi belli che conservo a Brescia. Brescia mi è rimasta nel cuore. A Perugia ho sia allenato che giocato, ora mi fa piacere vedere che hanno allestito una formazione dall’ossatura consolidata, mantenuta dopo una serie di sta raccogliendo i frutti di un ottimo lavoro portato avanti da anni. Ma anche il Brescia ha una squadra giovane ed efficace, in grado di fare buoni risultati. Ha fatto benissimo a Parma, vincendo. È stato sfortunato con il Foggia, pareggiando. Vedo serenità e accuratezza. Si può essere fiduciosi. Il Perugia gioca bene in contropiede, il Brescia ama giocare, sa essere compatto, cerca il fondo del campo: sarà una partita bella, aperta. Vincerà chi sbaglierà meno. Per la squadra di Boscaglia sarà fondamentale perdere palla il meno possibile».

Intanto, Bisoli lotta per raggiungere la categoria di Brescia e Perugia: il suo Padova è candidato alla promozione dalla Lega Pro. «Dopo aver toppato la prima, una batosta che ci ha aperto gli occhi, siamo in crescita netta. Bene i ragazzi, bene i vecchietti come Pinzi. Avanti così, soddisfazioni garantite».

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
63
Lecce
60
Palermo
57
Benevento
53
Pescara
50
Hellas Verona
48
Spezia
46
Cittadella
45
Perugia
45
Cremonese
42
Cosenza
42
Ascoli
42
Salernitana
38
Crotone
34
Venezia
33
Foggia
31
Livorno
31
Padova
26
Carpi
26
Ascoli - Venezia
1-0
Brescia - Salernitana
3-0
Carpi - Pescara
0-0
Cittadella - Cremonese
1-3
Cosenza - Spezia
1-0
Foggia - Livorno
2-2
Hellas Verona - Benevento
0-3
Palermo - Padova
1-1
Perugia - Lecce
1-2
Crotone - [ha Riposato]