28 novembre 2020

Sport

Chiudi

22.10.2020 Tags: Brescia Calcio

Brescia, 4 assi
per il Dream Team
di tutti i tempi

Roberto Baggio: attaccante e capitano del Brescia dal 2000 al 2004 Gica Hagi, fantasista: ha vestito il biancazzurro dal 1992 al 1994Pep Guardiola: centrocampista con la V sul petto fra il 2001 e il 2003Andrea Pirlo, play bresciano, nel Brescia fino al 1998 e nel 2001Gino Corioni, ,mancato nel 2016, al Brescia fino al ’15: per France Football tra i più grandi presidenti di sempre
Roberto Baggio: attaccante e capitano del Brescia dal 2000 al 2004 Gica Hagi, fantasista: ha vestito il biancazzurro dal 1992 al 1994Pep Guardiola: centrocampista con la V sul petto fra il 2001 e il 2003Andrea Pirlo, play bresciano, nel Brescia fino al 1998 e nel 2001Gino Corioni, ,mancato nel 2016, al Brescia fino al ’15: per France Football tra i più grandi presidenti di sempre

France Football non ha voluto assegnare il Pallone d’Oro quest’anno, visto che la pandemia ha stravolto e un po’ falsato tutto. Ha quindi deciso di ripassare le puntate precedenti per scegliere il Dream Team di ogni epoca. Un gioco irresistibile che incorona Gino Corioni fra i grandi presidenti nella storia del calcio: 4 i giocatori del suo Brescia fra i 110 campioni da cui sarà scelto il top 11 di sempre. Centodieci e lode per una squadra oggi a metà classifica in Serie B, ma in passato forte di un parco-fuoriclasse da urlo: Roberto Baggio, Pep Guardiola, Gica Hagi, Andrea Pirlo. Quattro assi che hanno vestito la maglia con la V sul petto durante la gestione del Pres: un risultato eccezionale, se si considera che meglio in Italia hanno saputo fare solo le big Inter, Milan, Juventus e Roma. Staccati i cugini dell’Atalanta e il Bologna, il Torino clamorosamente trascurato e il Cagliari celliniano che può vantare Enzo Francescoli. SE IL TERRITORIO bresciano può andare orgoglioso di Franco Baresi da Travagliato, il Brescia corioniano compete con i giocatori di costruzione. Roberto Baggio può giocarsela nel ruolo di centrocampista offensivo in quello che sarà alla fine un 3-4-3 deluxe. Mazzola, Rivera, Totti fra i rivali. Ma non c’erano dubbi che ci fosse posto per il Codino, che a Brescia ha vissuto un tramonto abbagliante di carriera: 4 stagioni di gol in doppia cifra e prodezze memorabili, merito suo e di chi fortissimamente lo volle, da Corioni a Mazzone. Ne capiva, sòr Carletto. Tanto che Pirlo gli deve parecchio, e il calcio italiano con lui: quando tornò in prestito a Mompiano, nel 2000, il Genietto di Flero sembrava avere già un grande avvenire dietro le spalle, perché da trequartista non riusciva a sfondare. Mazzone pensò bene di fargli arretrare il raggio d’azione, provandolo regista alle spalle di Baggio. È nato così il miglior playmaker del calcio italiano, capace di vincere tutto quello che conta: dalla Champions League al Mondiale, fra le altre cose. Con Baggio ha giocato, poco ma bene, Pep Guardiola. Punto di riferimento nel centrocampo del Barcellona fin da ragazzino, dopo una vita in blaugrana accettò di provare un’altra esperienza rimettendosi in gioco in Italia. A Brescia, per giocare con Baggio, è arrivato ed è poi voluto tornare dopo una parentesi nella Roma: alla corte del Pres si era sentito amato e capito, protetto nel periodo terribile di una squalifica ingiusta poi annullata dal Tas. Passò dal Brescia al Barcellona Gica Hagi, il Maradona dei Carpazi che Corioni aveva acquistato dal Real Madrid. E questo rende più di tutto l’idea di cos’era allora il Brescia. Un ricordo di cui andare orgogliosi, in questi tempi così difficili. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Lecce
18
Empoli
18
Salernitana
17
Venezia
17
Frosinone
16
Spal
15
Cittadella
14
Chievoverona
14
Monza
13
Pordenone
12
Brescia
9
Cosenza
8
L.r. Vicenza Virtus
7
Reggina
7
Pisa
7
Reggio Audace
7
Ascoli
5
Virtus Entella
5
Pescara
4
Cremonese
3
Brescia - Frosinone
1-2
Chievoverona - Lecce
1-2
Cosenza - Salernitana
Empoli - L.r. Vicenza Virtus
2-2
Monza - Reggina
1-0
Pescara - Pordenone
0-2
Pisa - Cittadella
1-4
Reggio Audace - Cremonese
Venezia - Ascoli
2-1
Virtus Entella - Spal