24 aprile 2019

Sport

Chiudi

02.03.2019

Brescia, assalto al Cittadella E passi avanti per lo stadio

Enrico Alfonso, 30 anni, portiere del Brescia: nel Cittadella 104 presenze dal 2015 al 2018Alfredo Donnarumma, 28 anni: con 22 reti è il capocannoniere del campionato di B
Contro il Cittadella non ha giocato la gara di andata per infortunio FOTOLIVE
Enrico Alfonso, 30 anni, portiere del Brescia: nel Cittadella 104 presenze dal 2015 al 2018Alfredo Donnarumma, 28 anni: con 22 reti è il capocannoniere del campionato di B Contro il Cittadella non ha giocato la gara di andata per infortunio FOTOLIVE

Sarà pure brutto, decrepito e inguardabile anche al buio, ma il «Rigamonti» al Brescia sta garantendo una rendita non indifferente, la più ricca della Serie B. Nessuno ha fatto più punti in casa, 30 (sui 47 in classifica) in 12 partite, frutto di 9 successi e 3 pareggi. E va continuata la serie facendo breccia sul Cittadella (ore 15). Sul fronte-stadio c’è una novità. Ubi Banca, storico sponsor del Brescia, ha approvato il finanziamento chiesto dalla società per la ristrutturazione dello stadio. Un passo avanti perché la città abbia un impianto minimamente degno della Serie A, che manca dal 2011. Da allora anni di vacche sempre più ossute. Ma stavolta c’è tutto per rivivere quella sensazione inebriante del 13 giugno 2010, Brescia-Torino 2-1 nella finale di ritorno dei play-off. Una serata da non capirci più niente, da mantenere quel minimo di lucidità per raccontarla ma poi via a fare festa per tutta la notte. MA GUAI a chiudere gli occhi e a credere che sia tutto già deciso. Mancano ancora 11 partite, tra il giocare e il festeggiare non c’è di mezzo il mare, che almeno è bello e fa bene, ma un calendario che più scriteriato non potrebbe essere, 3 settimane di sosta tra turno di riposo e pausa per le nazionali, poi 3 gare in 6 giorni: con il Foggia in casa sabato 30, a Verona martedì 2 aprile e l’anticipo casalingo con il Venezia venerdì 5. La partita successiva 10 giorni dopo, lunedì 15. «Da professionisti bisogna accettare tutto», sospira Eugenio Corini ma così, senza un minimo di logica, non c’è gusto. È l’onore, in questo caso l’onere, di essere primo in classifica, bellezza. E chi decide vuole sempre la più brava del lotto isolata dal resto del programma. Oggi no, si gioca il sabato alle 15 che ormai è diventato una rarità. E la gara contro il Cittadella va vinta, con indugio o senza, per tenere a bada le concorrenti. Il Benevento, secondo, è distante 4 punti; il Palermo, terzo, 5. C’È CHI ha parlato di squadra stanca dopo le ultime prove. Sarà pure mancato quel quid in più di lucidità e brillantezza, ma una squadra che a Palermo agguanta il pari al 92’; con il Crotone sblocca una gara difficilissima all’80’ e la mette al sicuro dopo il 90’; a Padova rimonta nell’ultimo quarto d’ora, significa che ha capacità di reazione e risorse non indifferenti. E una delle risorse che torna a disposizione è Martella, acquisto di gennaio, soprattutto uno dei giocatori della fascia mancina rimasta sguarnita nelle ultime 2 giornate. Curcio e Mateju sono ancora in infermeria, ma l’ex crotonese dovrebbe partire dall’inizio anche se il suo sostituto, Semprini, ben si è disimpegnato tanto che potrebbe avere la terza maglia consecutiva da titolare. Il resto della retroguardia: l’ex Alfonso tra i pali, Sabelli terzino destro (grandi le sue chiusure in campo aperto nel finale a Padova), Cistana e Romagnoli centrali. In attacco dovrebbero tornare ad agire in tandem Donnarumma e Torregrossa, 31 reti in 2 (22+9), con Spalek trequartista. In mezzo Ndoj ha smaltito l’attacco influenzale e ieri ha svolto la rifinitura. Con lui Bisoli e Tonali. Per far breccia nel Cittadella c’è necessità di tutti. E per lo stadio qualcosa si muove. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Vincenzo Corbetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
63
Lecce
60
Palermo
57
Benevento
53
Pescara
50
Hellas Verona
48
Spezia
46
Cittadella
45
Perugia
45
Cremonese
42
Cosenza
42
Ascoli
42
Salernitana
38
Crotone
34
Venezia
33
Foggia
31
Livorno
31
Padova
26
Carpi
26
Ascoli - Venezia
1-0
Brescia - Salernitana
3-0
Carpi - Pescara
0-0
Cittadella - Cremonese
1-3
Cosenza - Spezia
1-0
Foggia - Livorno
2-2
Hellas Verona - Benevento
0-3
Palermo - Padova
1-1
Perugia - Lecce
1-2
Crotone - [ha Riposato]