06 agosto 2020

Sport

Chiudi

05.07.2020 Tags: Brescia Calcio

Brescia, derby per rialzarsi e per restare ancora in corsa

Bruno Martella, 27 anni, terzino sinistro del Brescia: contro il Verona potrebbe tornare titolareErnesto Torregrossa, 28 anni, punta e capitano del Brescia: 4 gol in campionato Oggi allo stadio di  Mompiano sfida  il Verona, sua ex squadra FOTOLIVE
Bruno Martella, 27 anni, terzino sinistro del Brescia: contro il Verona potrebbe tornare titolareErnesto Torregrossa, 28 anni, punta e capitano del Brescia: 4 gol in campionato Oggi allo stadio di Mompiano sfida il Verona, sua ex squadra FOTOLIVE

Donnarumma, Torregrossa, forse Martella. Più Tonali. Non sono nomi fatti a caso. Se Diego Lopez pensa di schierarli contemporaneamente nel derby contro il Verona (al Rigamonti, ore 19.30), forse ha fatto lo stesso pensiero di tanti tifosi. Magari ha avuto una soffiata. Sono i giocatori che, nello scorso trionfale campionato di B, segnarono i 6 gol con cui il Brescia si prese strameritatamente 4 punti su 6 tra andata e ritorno. All’andata, al Rigamonti, segnarono Donnarumma (doppietta), Tonali e Torregrossa, bravo a ripetersi al Bentegodi prima della punizione vincente di Martella. A Mompiano finì 4-2, a Verona 2-2: pietre miliari nella corsa verso la A. IN QUESTA STAGIONE la musica è cambiata. Il 3 novembre scorso i biancazzurri persero di misura dopo un buon primo tempo, finito senza reti. Segnarono Salcedo e Pessina prima della splendida, inutile prodezza finale di Balotelli che poco prima aveva scagliato con rabbia il pallone verso quello spicchio di curva gialloblù da cui si alzavano odiosi ululati razzisti, captati anche in tribuna stampa. Nessuno dei 3 marcatori dell’andata è in campo: Balo per le note vicende che lo hanno portato alla rottura con Cellino; Pessina è squalificato, Salcedo infortunato. E allora sotto con Donnarumma, Torregrossa, Tonali e Martella. Dire che il Brescia si aggrappa a loro è riduttivo per il valore di questi giocatori, tutti con una storia e un’esperienza rispettabilissime, che nel caso di Tonali possono diventare di ottimo livello. Ma il fatto che Lopez si affidi a loro - non ce ne voglia chi ha giocato finora - dà meno il senso che si sta già pensando al prossimo anno, che il ritorno in B è dato per certa da più parti. IL PRESIDENTE Cellino, alla domanda specifica, si è definito realista: «I giocatori devono lavorare bene oggi per essere pronti domani». Però «oggi» deve avere un solo significato: non si molla di un centimetro. D’accordo: il distacco dalla quart’ultima è notevole (8 punti), le giornate sono sempre meno (9). Però, tra chi respira biancazzurro, sotto sotto restano granitiche la speranza, la fiducia che un guizzo, un lampo, una combinazione favorevole di risultati, un sussulto di consapevolezza possano far restare in corsa il Brescia. I giocatori sono i primi a sapere che a San Siro, mercoledì, hanno combinato un disastro, che sono stati inguardabili. Non c’è debolezza, non c’è inferiorità tecnica e fisica che giustifichi una simile debacle. Quale occasione migliore di un derby sentito come questo per rialzarsi? Non c’è avversario più stimolante del Verona, da applaudire per come ha saputo rivoltare la rosa dopo la promozione, arrivata al culmine di una rimonta fiabesca nella finale play-off contro il Cittadella (0-2, 3-0): via l’allenatore (Juric per Aglietti) e giocatori non di nome ma funzionali alle idee del tecnico croato. Semplice, bello, concreto. Ma è il Brescia che deve cancellare l’Inter, rimettersi al mondo, riconsegnarsi al campionato, alla lotta per non retrocedere. Non si può arrendere così, non può essere già finita. Donnarumma, Tonali, Torregrossa e Martella: qualcuno conceda il bis da derby, grazie. C’è ancora voglia di sperare e lottare, non di guardare avanti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Vincenzo Corbetta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
86
Crotone
68
Spezia
61
Pordenone
58
Cittadella
58
Chievoverona
56
Pisa
54
Frosinone
54
Empoli
54
Salernitana
52
Venezia
50
Cremonese
49
Virtus Entella
48
Trapani
48
Cosenza
46
Ascoli
46
Pescara
45
Perugia
45
Juve Stabia
41
Livorno
21
Ascoli - Benevento
2-4
Chievoverona - Pescara
1-0
Cosenza - Juve Stabia
3-1
Cremonese - Pordenone
2-2
Frosinone - Pisa
1-1
Livorno - Empoli
0-2
Salernitana - Spezia
1-2
Trapani - Crotone
2-0
Venezia - Perugia
3-1
Virtus Entella - Cittadella
2-3