19 settembre 2020

Sport

Chiudi

11.08.2020 Tags: Brescia Calcio

Brescia, è finita
l’era Lopez.
Del Neri è pronto a dire «sì»

Massimo Cellino, presidente del Brescia dal 10 agosto 2017, è chiamato a scegliere il nuovo allenatoreLuigi Delneri, 70 anni il prossimo 23 agosto: sarà il direttore tecnico o il nuovo allenatore del Brescia?L’avventura di Diego Lopez sulla panchina del Brescia è già arrivata al capolinea:il suo score in biancazzurro parla di due vittorie, quattro pareggi e dieci sconfitteAlessio Dionisi, 40 anni: il Brescia pensa a lui per il dopo Lopez
Massimo Cellino, presidente del Brescia dal 10 agosto 2017, è chiamato a scegliere il nuovo allenatoreLuigi Delneri, 70 anni il prossimo 23 agosto: sarà il direttore tecnico o il nuovo allenatore del Brescia?L’avventura di Diego Lopez sulla panchina del Brescia è già arrivata al capolinea:il suo score in biancazzurro parla di due vittorie, quattro pareggi e dieci sconfitteAlessio Dionisi, 40 anni: il Brescia pensa a lui per il dopo Lopez

Alberto Armanini L’allenatore del Brescia nella stagione 2020/21 non sarà Diego Lopez. Il primo lunedì di lavoro gomito a gomito ha portato Massimo Cellino e Giorgio Perinetti a quest’unica certezza. Nonostante un contratto in scadenza nel giugno 2022 e una conferma che fino a poche settimane fa pareva possibile, se non scontata, l’uruguaiano non guiderà la squadra nel prossimo campionato. Esonero? Dimissioni? Il buon senso e i rapporti più che positivi tra Lopez e Cellino inducono a credere nella risoluzione consensuale. L’ormai ex allenatore del Brescia ha vinto con il Penarol soltanto due stagioni fa, è apprezzato in patria, ha mercato e potrebbe ricevere subito un’offerta allettante. Per questo motivo ha tutto l’interesse a liberarsi. LA DIRETTA conseguenza della prima scelta è il nome del prescelto per la sostituzione. Come si suol dire, mancherebbe soltanto l’ufficialità anche se tra il dire e il fare c’è ancora di mezzo un pallino di Cellino. Al termine della giornata di ieri presidente e diesse hanno trovato un’intesa sul nome di Gigi Delneri. Colui che fino a pochi giorni fa era stato indicato come possibile responsabile tecnico della società, un ruolo mai chiarito fino in fondo, ha le maggiori chance di sedere sulla panchina che è stata di Corini, di Grosso e di Lopez. Cellino vuole che faccia parte del progetto a ogni costo, Perinetti non ha nulla in contrario e il diretto interessato, potendo, comincerebbe anche domani. Stando al giochino delle percentuali, Delneri ha il 99% di possibilità di insediarsi come nuovo allenatore entro le prossime 48 ore. Tempo che Stefano Cordone faccia ritorno da Giulianova e si sieda con Cellino e Perinetti per chiarire a sei occhi i contorni dell’operazione. L’1% restante? Si chiama Alessio Dionisi, il pallino di Cellino di cui sopra. Al netto dell’intesa con Delneri, l’ex Venezia è ancora oggi il preferito del presidente. Nei giorni scorsi si è promesso all’Empoli, è un fatto, ma potrebbe cambiare idea se Cellino si muovesse con decisione. Le prossime ore saranno decisive. In caso contrario, si chiuderà con Delneri. I contatti tra il tecnico di Aquileia e Cellino durano da dicembre. In quel momento è iniziato un confronto continuo con un apprezzamento reciproco e forse anche l’idea di un mandato in Serie A mai concretizzata. Poco prima della retrocessione, Cellino ha pensato che le conoscenze e l’esperienza dell’ex tecnico della Juve potessero tornare utili per una più ampia ristrutturazione. Per questo lo ha invitato in città a incontrare Lopez, in quel momento confermatissimo, e valutare il mandato da responsabile tecnico. La difficoltà nel definire i contorni del ruolo, però, ha costretto tutti quanti a un cambio di rotta. Delneri si sarebbe sovrapposto a Lopez (o a qualsiasi altro allenatore), a Perinetti e per certi versi allo stesso Cellino. Il resto lo ha fatto il mercato. Vincenzo Italiano, che sta ancora giocandosi i playoff con lo Spezia, piace a Parma e Genoa. Daniele Gastaldello è giudicato acerbo (potrebbe partire dalla Primavera o dal ruolo di vice Delneri). Resta Dionisi, quindi. Ma il suo arrivo è legato a una di quelle sensazioni di pancia che Cellino deve decidere se cavalcare o meno. Dipende tutto da lui, come sempre d’altronde. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alberto Armanini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Promozione - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Calidonense
0
Chiampo
0
Eurocalcio 2007
0
Football Valbrenta
0
Limena
0
Longare Castegnero
0
Marola
0
Marosticense
0
Montebello
0
Monteviale
0
Rosa'
0
Sarcedo
0
Sitland Rivereel 2005
0
Tezze
0
Tombolo Vigontina S. Paolo
0
Trissino
0
Unione La Rocca Altavilla
0
Virtus Cornedo
0
Atalanta - Inter
0-2
Bologna - Torino
1-1
Brescia - Sampdoria
1-1
Genoa - Hellas Verona
3-0
Juventus - Roma
1-3
Lecce - Parma
3-4
Milan - Cagliari
3-0
Napoli - Lazio
3-1
Sassuolo - Udinese
0-1
Spal - Fiorentina
1-3