23 maggio 2019

Sport

Chiudi

17.04.2019

Brescia, il suo
è sempre un
gran finale

Tutti intorno a Simone Romagnoli, match winner contro il Livorno lunedì sera
Tutti intorno a Simone Romagnoli, match winner contro il Livorno lunedì sera

I numeri dicono quel che gli occhi già sanno. Fotografano la sensazione che si avverte, palpabile, quando le lancette cominciano a scorrere più veloci, e la leggi nei movimenti più frenetici delle gambe di chi attacca, e la vedi riflessa nel pallore degli avversari che sentono il destino incombere. Quel destino si chiama Brescia. Zona Brescia. Il momento decisivo della partita, quello che discrimina fra chi piange e chi festeggia. E il Brescia, con l’avvicinarsi del triplice fischio, immancabilmente festeggia.

È SUCCESSO a Livorno, l’ultima volta. Ma è successo altre volte. Sei i gol last-minute che fanno sognare. Sei tappe di una marcia trionfale. In 16 occasioni il Brescia ha timbrato nel tabellino dei marcatori dall’80’ in poi. Sedici volte ha piazzato zampate in extremis (il Palermo, che insegue, è a 13). Prodezze che valgono 14 punti in più classifica (7 all’andata, 7 al ritorno). Significano tanto perché, per intendersi: a quota 46, anziché 60, non ci sarebbe un primato, ma un settimo posto. Il primo spunto in zona Brescia arriva già con David Suazo allenatore: è il 15 settembre, con il Pescara segna Morosini al 35’ della ripresa, finisce 1-1. Sembra passato un secolo. Poi arriva Eugenio Corini, inizia una nuova era e il Brescia spicca il volo. Un’esplosione, di gol e di gioia, avviene contro il Padova il 7 ottobre a Mompiano: 4-1, tripletta di Donnarumma che fa centro due volte in coda, al 41’ su rigore e al 44’. A Foggia lo imita Tremolada, contribuendo al 38’ del secondo tempo al 2-2. Non serve il segno lasciato da Donnarumma a Venezia al 3’ di recupero. Poi i biancazzurri indovinano la settimana magica, quella che ti cambia la stagione. Ed è come il più bello dei regali di Natale. Il 16 dicembre il Brescia ospita il Lecce e lo batte al 47’ del secondo tempo grazie a Gastaldello: 2-1. Gol decisivo. Come quello di Bisoli ad Ascoli, 5 giorni dopo: 1-1 in trasferta. E come quello di Ndoj nel derby con la Cremonese a Mompiano, a Santo Stefano: 3-2. Smaltite le feste, nuove soddisfazioni a febbraio. Ininfluente (ma non ditelo a un bomber) il bersaglio colpito da Torregrossa a Pescara il 3 febbraio (1-5, un dominio). Aiuta, anche se non cambia le cose, il 3-1 calato da Donnarumma sul Carpi il 9 febbraio, dopo 1’ di recupero. È una magìa quella che Tremolada cava dal cilindro a Palermo, il 15 febbraio, al 47’ della ripresa: 1-1, punto notevole. Otto giorni dopo, contro il Crotone a Mompiano, è l’apoteosi della zona Brescia: 2-0, autorete di Molina al 35’ e raddoppio di Donnarumma al 50’ della ripresa. Messaggio chiaro al campionato. Ribadito a Cosenza il 9 marzo: rimonta da 2-0 a 2-3, al 49’ la sentenza di Bisoli. In aprile? Il 5, contro il Venezia, il 2-0 di Tonali corona una missione in via di compimento. Lunedì scorso, a Livorno, il destro ravvicinato di Romagnoli ribadisce il concetto al 44’ della ripresa. Questo Brescia è forte, fortissimo. Soprattutto in zona Brescia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Brescia
67
Lecce
66
Palermo
63
Benevento
60
Pescara
55
Hellas Verona
52
Cittadella
51
Spezia
51
Perugia
50
Cremonese
49
Cosenza
46
Crotone
43
Ascoli
43
Livorno
39
Venezia
38
Salernitana
38
Foggia
37
Padova
31
Carpi
29
Brescia - Benevento
2-3
Carpi - Venezia
2-3
Crotone - Ascoli
3-0
Hellas Verona - Foggia
2-1
Lecce - Spezia
2-1
Padova - Livorno
1-1
Palermo - Cittadella
2-2
Perugia - Cremonese
3-1
Pescara - Salernitana
2-0
Cosenza - [ha Riposato]