23 gennaio 2021

Sport

Chiudi

04.12.2020 Tags: Brescia Calcio

Brescia in cerca
di una svolta.
Imperativo, chiudere la porta

Jesse Joronen: portiere del Brescia, classe ’93, alla seconda stagione in biancazzurro FOTOLIVE/Filippo Venezia
Jesse Joronen: portiere del Brescia, classe ’93, alla seconda stagione in biancazzurro FOTOLIVE/Filippo Venezia

Non è tanto questione di primo-non-prenderle: la storia recente ha dimostrato che il calcio cambia e la miglior difesa può davvero essere l’attacco. Ma non esiste credo, visione o schema che contempli una differenza-reti negativa fra le opzioni possibili per una squadra che vuol vincere il campionato. Per questo il Brescia deve darsi presto una mossa, prima che il treno-promozione si allontani ulteriormente e la distanza diventi difficile da colmare. DOPO 8 PARTITE (si è già consumata la nona giornata, ma da recuperare martedì c’è ancora il derby rinviato con la Cremonese) i biancazzurri hanno segnato 11 gol e ne hanno subiti 12. Il saldo è -1, l’andamento nel tabellino marcatori fotografa una squadra che per ora non è carne né pesce, ma che è un po’ più vicina alla zona-pericolo che ai piani alti della classifica. Vent’anni fa (stagione ’99/00) la formazione guidata da Sonetti con Hübner, Bonazzoli, i gemelli Filippini, Galli e Mero era un’autentica corazzata. Ne faceva tanti, ma soprattutto ne prendeva pochi. Il reparto arretrato registrato da Zanoncelli girava che era una meraviglia. Le basi per il trionfo celebrato all’ultima giornata c’erano tutte fin dall’inizio. Il Brescia del 2010 ha avuto una gestazione più faticosa, ma arrivava da annate in cui la promozione era sempre l’obiettivo primario. L’ultimo Brescia vincente della lunga era Corioni era forte di una coppia-gol eccezionale: Caracciolo e Possanzini si intendevano a meraviglia, nati per giocare insieme. Fondamentale la spinta di Zambelli sulla destra, ma di sicuro anche la cerniera Arcari-Bega ha svolto un ruolo rilevante nel forgiare la creatura resa vincente dalla cura-Iachini. RISALE a due campionati fa il volo splendido della gestione-Corini. Anche in quel caso la coppia-gol era di tutto rispetto: Torregrossa-Donnarumma, difficile chiedere di meglio. Il bello è che i due sono ancora qui, alla corte di Lopez, anche se in questo torneo sono stati frenati da problemi di varia natura. Non c’è più Tonali e il centrocampo è da registrare: si può fare anche senza regista, c’è vita anche senza centromediano classico oggi che tante big manovrano con i terzini - chiamandoli laterali, ma la sostanza non cambia. Non c’è più nemmeno Romagnoli, la cui importanza era forse stata sottovalutata. È emersa nell’assenza, anche l’anno scorso in Serie A: la sua personalità al centro della difesa infonde sicurezza e sta giovando anche adesso all’Empoli, in piena corsa-promozione. Il Brescia ha giovani promettenti come Papetti e Mangraviti, ha una rosa assolutamente all’altezza e di certo ha pagato a caro prezzo i tormenti estivi (con i big sul piede di partenza e il cambio-lampo di allenatore con la toccata e fuga di Delneri), ma anche e soprattutto gli infortuni e le ricadute, i contagi da Covid, un’emergenza costante che ha reso altalenante il rendimento e di conseguenza i risultati. Domani si va a Reggio Calabria e questo deve incoraggiare: l’ultimo viaggio al Sud, a Cosenza, si è risolto in un successo. C’era Dimitri Bisoli e senza il capitano il Brescia sembra smarrirsi: un ostacolo in più da superare. Ma è il momento di farlo. Il tempo stringe: urge una svolta per recuperare il terreno perduto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Empoli
37
Cittadella
33
Spal
32
Monza
31
Salernitana
31
Lecce
29
Chievoverona
28
Pordenone
27
Frosinone
26
Venezia
25
Pisa
23
L.r. Vicenza Virtus
21
Brescia
21
Cremonese
18
Reggina
17
Virtus Entella
17
Cosenza
16
Pescara
16
Reggio Audace
15
Ascoli
13
Ascoli - Chievoverona
Brescia - Monza
Cosenza - Pordenone
Cremonese - Spal
Frosinone - Reggina
Lecce - Empoli
Reggio Audace - L.r. Vicenza Virtus
Salernitana - Pescara
Venezia - Cittadella
Virtus Entella - Pisa
2-1