21 febbraio 2020

Sport

Chiudi

16.01.2020

Brescia, l’acquisto
più atteso Donnarumma
resta e rilancia

Alfredo Donnarumma con il presidente Massimo Cellino, 63 anni: intesa ritrovata, nessuna cessione
Alfredo Donnarumma con il presidente Massimo Cellino, 63 anni: intesa ritrovata, nessuna cessione

Non solo Simon Skrabb. Gli acquisti di questi giorni sono due: senza nulla togliere al trequartista finlandese, il più incoraggiante è un centravanti di Torre Annunziata che ha il gol nel sangue. Uno che si è dato una griffe a suon di prodezze. Alfredo Donnarumma: AD9 come ET11 (Ernesto Torregrossa) e MB45 (Mario Balotelli), terza freccia di un arco che ha mille problemi, ma davvero in attacco. E allora perché crearsene? Donnarumma ora come ora non è titolare, ma ha tutto per tornare protagonista e per farlo nel Brescia, dov’è amato e atteso con fiducia. Il Brescia, del resto, qualora si privasse di un elemento richiesto da mezza Serie B difficilmente potrebbe rimpiazzarlo in pochi giorni con un centravanti alla sua altezza, per di più da inserire in meccanismi nuovi. Continuare insieme, insomma, conviene a entrambi. Per questo ieri pomeriggio, nel colloquio fra il presidente Massimo Cellino e il procuratore dell’attaccante Mario Giuffredi, di tante cose si è parlato, ma non di cessione. Nonostante per lui si fossero messi in fila Cremonese, Benevento, Frosinone e Salernitana, tutti ingolositi all’idea di assicurarsi il bomber che ha collezionato due promozioni consecutive con 2 squadre diverse (Empoli prima, Brescia poi). ADESSO deve tornare la (bella) stagione di Donnarumma, che non segna dal 24 settembre. Era la sera dell’occasione mancata (fra le tante) più prestigiosa: Brescia-Juventus 1-2. AD9 aveva firmato il vantaggio e pareva un novello Masaniello capace di spaventare il potere costituito, Davide che si ribella a Golia e trascina con il suo coraggio un intero popolo (biancazzurro). Al di là della sconfitta, quel Donnarumma era assolutamente da Serie A. Capocannoniere della squadra con 4 reti in avvio. Poi è come se si fosse spenta la luce. Impressionante pensare che il bomber mai sazio da allora non ha fatto più centro, e sono passati 4 mesi. Scavalcato da Balotelli (che nel frattempo è salito a quota 5 gol) perché (sarebbe un ritorno). La coesistenza difficile sul piano tecnico con SuperMario, più adatto a giocare al fianco di un attaccante di fisico e manovra come Torregrossa, non basta a spiegare il calo. Donnarumma ha avuto guai fisici, negli ultimi tempi non è più titolare, ma di opportunità per mettersi in mostra e rendersi utile ne ha avute. Le chance fallite contro Spal, Sassuolo e Parma non sono da lui. In 40 partite, fra A (5), B (32) e coppa Italia (3) aveva fatto segnato 32 gol (4, 25 e 3). Media quasi 1 a incontro (0,8). Nelle prime 6 giornate in A Donnarumma segnava il 66 per cento delle reti della squadra (4 su 6). Come può quello stesso giocatore per cui si parlava di Nazionale essere sceso a 1 gol ogni 229’? Donnarumma deve ritrovarsi. L’operazione rilancio è fattibile e anche da qui passano le speranze di salvezza del Brescia. In termine di minutaggio, di gol e di assist il riacquisto di AD9 è fondamentale. Il primo a pensarlo è Eugenio Corini, allenatore che in passato ha saputo valorizzarlo ed è ben contento di poter ancora contare su di lui.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
57
Spezia
40
Frosinone
40
Crotone
37
Salernitana
36
Cittadella
36
Pordenone
36
Virtus Entella
35
Chievoverona
34
Empoli
33
Perugia
33
Pescara
32
Juve Stabia
32
Ascoli
31
Pisa
30
Venezia
28
Cremonese
26
Cosenza
23
Trapani
19
Livorno
14
Benevento - Pordenone
2-1
Chievoverona - Salernitana
2-0
Cremonese - Trapani
5-0
Empoli - Pisa
2-1
Frosinone - Perugia
1-0
Juve Stabia - Crotone
3-2
Livorno - Cosenza
0-3
Pescara - Cittadella
1-2
Spezia - Ascoli
3-1
Venezia - Virtus Entella
2-2