05 giugno 2020

Sport

Chiudi

31.03.2020 Tags: Brescia Calcio

Brescia, la partita è doppia tra campionato e stipendi

Massimo Cellino, 63 anni, cagliaritano: è  presidente del Brescia dal 10 agosto 2017 FOTOLIVE
Massimo Cellino, 63 anni, cagliaritano: è presidente del Brescia dal 10 agosto 2017 FOTOLIVE

Alberto Armanini Massimo Cellino lo ha detto e stradetto. L’altro ieri, casomai il concetto non fosse abbastanza chiaro, lo ha ripetuto nuovamente: «La chiusura del calcio è indispensabile. Abbiamo forse bisogno che ce lo dica il Ministro? Dico solo questo: la stagione è andata, speriamo di riuscire a giocare la prossima, sarebbe già una bella cosa». La linea è la stessa di sempre. Secondo il presidente del Brescia, la Serie A non deve ripartire più. Lo farà, se sarà possibile, da settembre in avanti ma direttamente in una nuova stagione. Con quali modalità è tutto da vedere. Implicita, però, nel discorso di Cellino sembra essere la permanenza del Brescia in A. Due più due, in questo caso, fa sempre quattro: se il campionato non finisce, la retrocessione non ci può essere. Matematico, no? La posizione è però in antitesi con l’idea di un campionato 2020-21 a 22, una delle ipotesi che potrebbero essere prese in considerazione in futuro. Secondo quale criterio, fermando tutto oggi, si può accettare l’annullamento dei titoli sportivi di A (niente scudetto, niente retrocessioni) e la contemporanea promozione di Benevento e Crotone dalla B? Si rischiano i proverbiali 2 pesi e 2 misure, con un cortocircuito completo. Chi è chiamato a decidere dovrà, se possibile, evitare criteri di giudizio «ad personam» o meglio «ad societatem». di conti... In che modo il Brescia ha deciso sul taglio agli stipendi dei giocatori? Stando alla linea scelta fin dal principio da Cellino si dovrebbe presto passare dalla teoria alla pratica con la sospensione di comune accordo di alcune mensilità. I contatti con i giocatori e con Lopez sarebbero già iniziati. Ieri si era anche sparsa la voce di un comunicato del Brescia in merito ma una nota ufficiale non è ancora stata diffusa. Sempre di ieri è la notizia che la Lega di A ha inoltrato una formale richiesta all’Associazione Italiana Calciatori per «l’interruzione dei pagamenti degli stipendi dei calciatori fino alla fine dell’emergenza». In soldoni, quello che la Juventus ha già messo in atto con una rapida intesa tra spogliatoio (guidato da Giorgio Chiellini) e proprietà, con un beneficio in termini di bilancio per circa 90 milioni. E il Brescia? Ad oggi la spesa sugli ingaggi ammonta a 7,38 milioni netti, circa 14,7 milioni di euro lordi. Si va dagli 1,5 milioni di Balotelli ai 40mila euro di Andrenacci e Mangraviti. Ipotizzando un taglio degli stipendi per i mesi di aprile, maggio e giugno (con riserve su marzo, mese in cui i giocatori sono scesi in campo a Reggio Emilia e si sono allenati per alcuni giorni) il risparmio totale si aggirerebbe attorno ai 3,7 milioni lordi, 1,8 netti. Sono cifre approssimative: non si conoscono i contorni del dialogo tra società e giocatori né il criterio dell’eventuale taglio. Ma la palla è sempre di Cellino. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A PROPOSITO
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Benevento
69
Crotone
49
Frosinone
47
Pordenone
45
Spezia
44
Cittadella
43
Salernitana
42
Chievoverona
41
Empoli
40
Virtus Entella
38
Pisa
36
Juve Stabia
36
Perugia
36
Pescara
35
Ascoli
32
Venezia
32
Cremonese
30
Trapani
25
Cosenza
24
Livorno
18
Benevento - Pescara
4-0
Chievoverona - Cosenza
2-0
Cittadella - Pordenone
0-2
Empoli - Trapani
1-1
Frosinone - Cremonese
0-2
Juve Stabia - Spezia
3-1
Perugia - Salernitana
1-0
Pisa - Livorno
1-0
Venezia - Crotone
1-3
Virtus Entella - Ascoli
3-0