28 novembre 2020

Sport

Chiudi

31.10.2020 Tags: brescia calcio

Brescia, operazione rilancio con la forza dei piedi buoni

Florian Ayé e Filip Jagiello fra i protagonisti del ritorno alla vittoria in Coppa Italia.Oggi dalle 16 l’obiettivo è ripetersi in campionato contro l’Entella AGENZIA FOTOLIVE
Florian Ayé e Filip Jagiello fra i protagonisti del ritorno alla vittoria in Coppa Italia.Oggi dalle 16 l’obiettivo è ripetersi in campionato contro l’Entella AGENZIA FOTOLIVE

Ripartire. Di questo si tratta, ancora una volta. Ripartire come in Coppa Italia, possibilmente: gol, spettacolo, 3-0 e qualificazione. Ripartire di slancio sul campo restituendo il sorriso a una classifica che piange: l’imperativo del Brescia, che alle 16 ospita l’Entella al Rigamonti in un match inevitabilmente a porte chiuse per la pandemia. In fondo non è stato un male dover rinviare a novembre il derby con la Cremonese (seppur per un caso in extremis di positività), dopo aver perso quello di Verona con il Chievo. È stato come riprendere fiato: giusto il tempo di scuotersi dopo un avvio di stagione tremendo, di ricaricare le batterie in un momento complicato. L’EMERGENZA-ASSENZE rimane, anzi le cose sono peggiorate da questo punto di vista rispetto a una settimana fa: se a Cremona mancavano Cistana, Fridjónsson, Donnarumma, Zmrhal e Parzajuk oltre a Ragusa e Torregrossa che sono appena usciti dall’isolamento per il Covid e dovranno recuperare la condizione, ora si aggiungono alla lista Semprini e Martella, assente da giorni dagli allenamenti. Eppure, a ranghi così ridotti, senza l’imbarazzo della scelta, il Brescia ha fatto a fette il Perugia. C’è una categoria di differenza, chiaro. Ma la squadra messa in campo da Lopez mercoledì a Mompiano ha confortato e convinto al di là del risultato rotondo, dello svolgimento agevole di un temino apparso obiettivamente facile. C’ERA UNA CATEGORIA anche l’anno scorso a dividere Brescia e Perugia, entrambe retrocesse. In quel caso gli umbri espugnarono ed eliminarono i biancazzurri. Stavolta è stata una passeggiata perché Bisoli e compagni l’hanno resa tale. Il ritorno del capitano ha ridato energia, la carica di chi ha la fame di pallone dentro e attaccherebbe a testa bassa anche Messi e Ronaldo insieme. Lo spirito dei gemelli Filippini, che lo accomuna al compagno di fascia destra Sabelli. MA VEDENDO manovrare il Brescia mercoledì è tornato a mente il sempreverde adagio del Barone Nils Liedholm: «Se la palla ce l’abbiamo noi gli avversari non possono segnare». Questo Brescia non può ballare sulle punte, al momento ne ha una sola ed è Florian Ayé: generoso come poteva esserlo Ciccio Graziani (per tornare a riferimenti anni ’80), mobile su tutto il fronte d’attacco ma poco velenoso in area di rigore. Ha timbrato due volte, in contropiede contro il Lecce (il 3-0, nell’unica vittoria finora in campionato) e su rigore contro il Perugia (era il 2-0); avrebbe potuto segnarne di più. Ma sa rendersi utile anche senza centrare il bersaglio in un assetto che prevede tanto possesso grazie ai piedi buoni che sono arrivati in estate o già c’erano prima. Labojko e Van de Looi non sono identici, però sono entrambi contenti se possono manovrare. Stesso discorso per Jagiello, jolly dal tocco limpido. Giovani, stranieri e palleggiatori. Come Ndoj, ormai un veterano, sempre discontinuo ma capace di lampi improvvisi (gli ultimi hanno accecato i leccesi). La forza della qualità tecnica: l’arma migliore, oggi, per affrontare e battere l’Entella. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gian Paolo Laffranchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Lecce
18
Empoli
17
Salernitana
17
Spal
15
Venezia
14
Chievoverona
14
Frosinone
13
Cittadella
11
Monza
10
Brescia
9
Pordenone
9
Cosenza
8
Reggina
7
Pisa
7
Reggio Audace
7
L.r. Vicenza Virtus
6
Ascoli
5
Virtus Entella
5
Pescara
4
Cremonese
3
Brescia - Frosinone
Chievoverona - Lecce
1-2
Cosenza - Salernitana
Empoli - L.r. Vicenza Virtus
Monza - Reggina
Pescara - Pordenone
Pisa - Cittadella
Reggio Audace - Cremonese
Venezia - Ascoli
Virtus Entella - Spal